Una Pasqua piena di sorprese (anche nel calice)

Scopri gli abbinamenti perfetti per i piatti della tradizione

Data Pubblicazione: 04/04/2022

Si avvicina la Pasqua e questo vuol dire solo una cosa: è l’occasione perfetta per condividere con le persone care un momento di festa, all’insegna dei grandi piatti della tradizione italiana e dell’ottimo vino. E come per ogni occasione speciale, la scelta del menù e dei relativi abbinamenti è qualcosa di fondamentale, capace di decretare il successo o meno del pranzo.

Ecco allora la nostra proposta per la tua tavola di Pasqua, dall’antipasto al dolce. Perché ricorda, seguire le regole dell’abbinamento è importante, ma lo è ancora di più soddisfare i propri gusti e quelli dei propri commensali!

 

L’antipasto: il biglietto da visita è un bianco

Ogni occasione è buona per preparare qualcosa di speciale, soprattutto se è una giornata di festa. Via libera quindi al tuo estro creativo in cucina! Dalle tradizionali ricette di Pasqua, come la torta pasqualina e uova sode, alle sfoglie ripiene più elaborate, è essenziale dare il giusto peso anche alla scelta del vino. Noi ti proponiamo di iniziare con un bel Riesling, fresco e appagante. Di origine tedesca, questo vitigno ha trovato una casa accogliente nell’Oltrepò Pavese: qui, dà vita a un bianco intrigante e di struttura, caratterizzato da un profilo olfattivo particolarmente ricco, con delicati sentori di fiori e cenni più intensi di pesca e agrumi. Pulito e schietto, una vera certezza da inserire nella tua proposta di menù.

 

La pasta fresca fatta in casa: un primo evergreen

Dai cannelloni alla pasta al forno, dalle classiche lasagne al ragù a quelle rivisitate in chiave vegetariana, poco cambia: la pasta fresca fatta in casa è un must della tavola di pasqua di moltissimi italiani. Per esaltare al meglio la pasta all’uovo, ti suggeriamo un rosso robusto ma non invasivo, fresco e ricco allo stesso tempo. Un Nebbiolo, ad esempio, potrebbe essere una valida scelta. Cosa apprezzerai di questo rosso di Langa? L’irruenza del tannino, addolcita dalla complessità aromatica data dall’invecchiamento: un bel mix da proporre ai tuoi ospiti più esigenti! 

Ma se non riesci a fare a meno di un bianco, allora punta su quelli più intensi e strutturati. Un Vermentino di Sardegna o un profumato Chardonnay possono reggere bene il confronto.

L’agnello della tradizione

Protagonista indiscusso del nostro menù è l’agnello, piatto di Pasqua legato alla tradizione ebraica e cristiana, preparato nei modi più disparati man mano che ci si sposta lungo lo Stivale. 
Se seguiamo la ricetta classica, che vuole l’agnello cotto al forno con le patate, allora possiamo optare per un rosso secco e deciso come un Chianti. In alternativa, se il condimento diventa più ricco, possiamo spingerci verso una maggiore intensità, scegliendo un Cannonau di Sardegna. Vino simbolo dell’isola, è un rosso vigoroso, caldo e importante, degno di essere messo al centro della tavola (e dell’attenzione). 

 

Dolce chiama dolce!

Come per ogni festa che si rispetti, anche la Pasqua ha i propri dolci tipici, primo fra tutti la tradizionale Colomba. In questo caso, l’abbinamento con un vino prodotto da uve Moscato è un passepartout che regala sempre soddisfazione. Ma se vuoi provare qualcosa di diverso, ti suggeriamo la nostra Crema di Moscato d'Asti, una golosa e delicata miscela di mosto d’uva, zucchero, tuorlo d’uovo e vino Moscato DOCG. Usala per accompagnare i tuoi dolci o la stessa Colomba, per un effetto ancora più sorprendente.  

In generale, chiudere il pasto con una bella bollicina che pulisce la bocca è auspicabile. Lo spumante Blanc de Blancs Dry è il giusto compromesso tra freschezza e morbidezza.


Non hai ancora fatto scorta di vino per esaltare il tuo menù di Pasqua? Scopri il nostro catalogo e fatti guidare dai consigli dei nostri esperti!