Finger Food per Halloween? Dita di strega!

Orribili a vedersi, irresistibili da mangiare: sono l’unico Finger Food perfetto per Halloween! Biscotti a forma di dita di straga, rese ancora più sanguinose dalla marmellata di fragole. Ecco come prepararli!

Data Pubblicazione: 31/10/2017

Biscotti, cioccolatini, caramelle? Ottime scelte per festeggiare Halloween! Per gli adulti consigliano Praline alla grappa di Barolo (o al Limoncello) e squisiti Baci di Dama. Per i più piccoli? Certamente occorre una ricetta in grado di farli saltare sulla sedia! Ed ecco la migliore in assoluto per un party ricco di piccoli brividi: le Dita di Strega!

La ricetta delle Dita di strega

La ricetta delle Dita di Strega

Ingredienti

200 g di burro, 200 g di zucchero, 450 g di farina, 1 uovo, lievito per dolci, 1 pizzico di sale, una manciata di mandorle sgusciate, marmellata di frutti rossi, una tazzina di Fragolino

Preparazione

Per prima cosa fai sciogliere il burro a bagnomaria (oppure nel forno a microonde). Una volta ottenuta una consistenza morbida e semiliquida, versa in un contenitore, unisci lo zucchero, la farina, il Fragolino e l’uovo. Aggiungi il lievito, mescola con una forchetta fino a quando non avrai ottenuto un composto morbido ed elastico. Lascia riposare per mezz’ora.

Ora dividi l’impasto in quattro panetti, falli ruotare con il palmo della mano in modo da ottenere dei filoncini. Taglia ciascun filoncino a circa 10 cm di lunghezza, Pizzica con le dita i bastoncini, ottenendo due restringimenti e una parte centrale più tonda. Pratica delle incisioni al centro (saranno le nocche del dito di strega!). Appoggia a un’estremità una mandorla per ciascun bastoncino, premendo con decisione: così avrai ottenuto l’unghia del dito di strega!

Metti in forno già caldo 200° per 15 – 20 minuti, fino a quando non saranno dorati.

Lascia raffreddare per qualche minuti. Cospargi di marmellata il bordo della mandorla e, a piacere, l’altra estremità dei biscotti. Ecco che le tue dolcissime Dita di Strega sono pronte!

Photo credit: Matt-Zimmerman via Visual hunt / CC BY