5 trucchi infallibili per accendere il camino

L’atmosfera famigliare che un camino scoppiettante riesce a creare è unica: scopri come accendere il fuoco in modo rapido e sicuro

Data Pubblicazione: 18/11/2016

Iniziano a fumare i comignoli: la stagione fredda è arrivata! In molte case accendere il caminetto è un rito quotidiano, un importante momento di vita famigliare. Non è sempre semplice avviare il fuoco: anzi, a volte finisce per essere una vera seccatura, specialmente quando la legna sembra non avere alcuna intenzione di ardere.

Vuoi sfruttare al massimo il calore del camino, ma non vuoi imbatterti in difficoltà e piccoli inconvenienti?

Segui la nostra guida e vedrai che sarà una passeggiata.

1 Disponi correttamente la legna

Legna per il camino

Il primo segreto per avere un buon fuoco è creare il giusto modulo di accensione. Di che cosa si tratta? Semplice: del metodo corretto per disporre la legna! Prendi 4 ciocchi grandi. Appoggia i primi 2 in modo tale che non si sfiorino, paralleli tra loro e perpendicolari rispetto al fondo del camino. Incrocia sopra i due ciocchi appena disposti i 2 rimanenti: realizzerai una struttura a U rovesciata, che si chiama modulo di accensione!

2 Pigne e rametti secchi

Accendere camino, rametti

Per accendere il fuoco nel camino i pezzi di legna più grande da soli non bastano: occorre accelerare l’accensione con legnetti più piccoli. Metti alla base del modulo di accensione fasci di rametti (badando bene che siano asciutti e secchi) e, se hai pini in giardino, pigne secche. Aiuteranno a sviluppare la fiamma necessaria ad accendere un buon fuoco!

3 Carta e cartone

Carta e cartone per accendere camino

Riduci a strisce carta di giornale e cartone, mettine un po’ alla base del modulo di accensione, tra legnetti secchi e pigne, e tienine da parte (a distanza di sicurezza) altre per alimentare le fiamme quando appariranno più deboli.

4 Tappi di sughero… accendifuoco!

Tappi di sughero per accendere il camino

Ci sono scorciatoie per dare al tuo camino una spinta e accelerare l’accensione. Potresti usare delle tavolette accendifuoco (ne esistono di molti tipi in commercio), oppure puoi realizzare a casa le tue! Tutto quello che ti serve è una buona scorta di tappi di sughero. Hai letto bene: il sughero brucia lentamente, e ciò consente alla legna di prendere fuoco con i giusti tempi. Se vuoi preparare degli accendifuoco ancora migliori, immergi i tappi in un barattolo riempito con alcol e lasciali in infusione per un mese. Presta molta attenzione quando li utilizzi! Il sughero avrà assorbito l’alcol, brucerà più rapidamente e senza tentennamenti. Non hai tappi a sufficienza? Ti aiutiamo noi!

5 Alimenta il camino con la corretta progressione

Mettere legna con la giusta progressione

Quando il modulo di accensione sarà avvolto da una bella fiamma vivace, inizia ad aggiungere legna: usa prima pezzi non molto grandi, poi via via aumenta le dimensioni dei ciocchi. Al formarsi di una buona base di brace le dimensioni della legna che andrai ad aggiungere non conteranno più molto.

E ora goditi lo spettacolo del tuo caminetto! Il fuoco che danza, il calore che si diffonde e un buon sorso di Barolo, o di Grappa di Amarone

Non resta che godersi una serata speciale!