5 cose che (forse) non sai sul Syrah

Vino di origine controversa, il Syrah è vino di grande fascino, particolarmente apprezzato in Sicilia. Scopri 5 curiosità su questo vitigno antico e amatissimo

Data Pubblicazione: 18/09/2019

Dici Syrah e si apre una battaglia tra Italia e Francia: le origini incerte hanno alimentato la secolare contrapposizione tra le due nazioni, patria di grandi vini. Rosso di grande struttura, dal profilo aromatico accentuato e travolgente, è uno dei vini siciliani più amati del nostro catalogo.

Scopri 5 curiosità sul Syrah che (forse) ancora non conosci.

5 curiosità sul Syrah

1 – Shiraz o Syrach?

La città di Shiraz, in Iran, avrebbe dato il nome al Syrah

Una cosa è certa: il Syrah ha molti nomi. Che lo si chiami Shiraz, come la città iraniana dalla quale presumibilmente prende il nome, o Syrach, dal nome di Siracusa, importante centro sin dai tempi della Magna Grecia, poco importa. Ciò che conta è che questo vitigno ha superato le onde del tempo, arrivando a noi ancora avvolto da un alone di leggenda… e di piacere!

2 – Rodano meridionale e…

L'origine è avvolta dal mistero, e a contendersi i natali del Syrah sono Francia e Italia

Secondo un’antica leggenda fu un cavaliere templare a portare per primo in Francia il Syrah. Sembra che Henri Gaspard de Sterinberg, di ritorno dalle Crociate nel XIII secolo, portò con sé alcune barbatelle di Syrah dal Medio Oriente. Queste attecchirono nella zona del Rodano Orientale e così nacquero leggende del vino quali l’Hermitage e Côte-Rôtie. Una semplice favola? Chissà. Quel che conta è che, oltre alla Francia, abbia trovato la via per la Sicilia!

3 – Il Syrah in Italia

In Italia il Syrah è alla base dei rinomati Supertuscan

In Italia il Syrah è conosciuto e apprezzato a diverse latitudini. Le principali regioni che lo vedono protagonista dei propri vini sono: Toscana, Puglia, Lazio e Sicilia. Utilizzato anche come vino da taglio, soprattutto in passato, ha raggiunto (finalmente) il pieno riconoscimento di qualità che merita.

4 – Un bouquet speziato

Il Syrah dà origine a vini di grande espressività, dai toni speziati molto accentuati

Rintracciare nel calice cenni e suggestioni aromatiche è quanto di meglio un Wine Lover possa fare… prima dell’assaggio! E i vini a base di Syrah offrono spunti unici e stimolanti. Qualche esempio? Cacao, liquirizia, pepe, frutti neri. Di media tannicità, evolve invecchiando e regala una dinamica gamma di sentori tutti da scoprire.

5 – Identikit del Syrah

Ecco come si presenta il vitigno Syrah

Come si presenta il vitigno Syrah? Ha foglia medio-grande, di forma pentagonale, trilobata o pentalobata. I grappoli sono mediamente compatti, spargoli (con chicchi radi), cilindrici. Possono presentare un’ala. Gli acini sono ovoidali, con buccia poco consistente ma molto pruinosa, di un bel colore blu-nero. Il Syrah ha buona produttività, regolare, ed è piuttosto resistente. In Sicilia in modo particolare trova il microclima ideale per esprimersi al meglio.