7 errori da evitare quando organizzi un BBQ

Il vero professionista della grigliata sa bene quali sono gli errori da evitare quando ci si mette al BBQ. Ecco un elenco dei più comuni, e alcuni trucchi per evitarli e grigliare felici

Data Pubblicazione: 14/05/2019

A chi non piace una buona grigliata? L’inconfondibile profumo della carne cotta sulla brace, bocconi teneri e saporiti e un contorno di verdure grigliate reso ancora più irresistibile dalla leggera affumicatura. Ottenere un buon risultato non è scontato, e ci sono errori che prima o poi tutti abbiamo commesso e che pregiudicano il risultato. Ecco quali sono i più comuni (e soprattutto come evitarli!).

BBQ for dummies: i 7 errori più comuni

1 – Accendi il fuoco con liquidi infiammabili o tavolette accendifuoco

Non usare liquidi infiammabili o tavolette accendifuoco

A meno che non ti piaccia sentire un leggero retrogusto di benzina nelle costine, non è una grande idea. Accendi il fuoco con pezzetti di legna e carta, creando un buon modulo di accensione. Prepara la brace con cura prima di iniziare a cuocere la carne, e tieni da parte sufficiente combustibile (legna, carbonella o bricchetti).

2 – Ti metti davanti alla griglia all’ultimo secondo utile

Inizia a prepara per tempo!

Ti attardi con i compagni di grigliata brindando e mangiando patatine. Guardi l’orologio e sei in ritardo con la tabella di marcia: ti fiondi alla griglia e inizi ad alimentare la brace con qualunque cosa ti passi sotto mano, plutonio compreso. Pessima idea: dedica il giusto tempo alla preparazione del barbecue e assicurati di avere sempre tutto l’occorrente a portata di mano!

3 – Approfitti delle fiamme per cuocere la carne più in fretta

Mai cuocere la carne sulla fiamma diretta

Che noia aspettare che la fiamma si plachi, perché non cucinare direttamente sul fuoco vivo? Molto semplice: perché non ci sarebbe differenza tra carbone e pietanze! Assicurati di avere una buona brace, ma non iniziare mai a cucinare se il fuoco è ancora bello vispo. Meglio aspettare qualche minuto e avere ospiti felici, che gettare alle ortiche i buonissimi tagli che hai scelto!

4 – Occupi ogni millimetro della griglia

Non buttare tutta la carne sulla griglia senza lasciare spazio tra un taglio e l'altro

Brace pronta? Disponi tutta la carne che hai preparato sulla griglia, non lasciando nemmeno un centimetro quadrato vuoto. Errore da evitare: primo, diversi tagli hanno diversi tempi di cottura, e averli tutti insieme sulla griglia può complicare le cose quando devi girarli o controllarli. Secondo, meglio che ci sia spazio tra un pezzo e l’altro, per far circolare aria ed evitare un’eccessiva affumicatura. Quindi, aggiungi un pizzico di pazienza e cuoci un po’ per volta i tuoi manicaretti.

5 – Utilizzi lo stesso dry rub (o la stessa marinatura) per tutto ciò che finisce sulla griglia

Ciascun taglio merita una marinata o un dry rub su misura

In fondo, perché preparare diverse marinature e diversi dry rub, quando puoi utilizzarne uno solo per tutti? Ecco perché: non tutte le marinate (e non tutti i dry rub) sono universali. Una marinata al vino rosso con il pesce grida vendetta, così come un dry rub con un taglio dalla cottura veloce potrebbe essere poco incisivo. Insomma, per ciascun piatto il giusto condimento!

6 – Prima grigliata con nuovo Barbecue? Inviti amici, parenti e amici dei parenti

Se intendi usare un nuovo BBQ; non invitare tutto il mondo

Non hai ancora nemmeno finito di montare il tuo nuovo Barbecue, e già gli ospiti sono a rapporto in giardino. Ci sentiamo di sconsigliarlo: puoi essere anche un vero Pro della grigliata, ma se non conosci ancora bene lo strumento, meglio ritagliarsi un paio di grigliate di prova per pochi intimi. Quando avrai preso dimestichezza con il tuo BBQ nuovo fiammante, estendi l’invito a tutti. E non dimenticarti di noi!

7 – Piazzi le verdure sulla brace per ultime

Non grigliare le verdure alla fine del BBQ

Dopo aver cotto salsiccia, braciole, costine, costata, agnello, manzo, hamburger, spiedini e salamelle, ecco che ti metti a cuocere un buon contorno di verdure grigliate.  E anche in questo caso, meglio di no! A meno che non ti piacciano verdure che sanno di maiale alla griglia, dovrebbero essere le prime a finire sulla graticola. Cuociono in meno tempo e lasciano molti meno residui rispetto alla carne. Quindi, parti con le verdure, dai una bella passata alla griglia con una spazzola metallica e poi passa alla carne.