3 ricette per conserve di pomodoro: pelati, passata e sugo

Con le nostre ricette avrai in dispensa tutto quello che occorre per preparare un sugo delicato o una deliziosa pizza fatta in casa!

Data Pubblicazione: 31/08/2016

Pomodori dell’orto, oppure imperdibili occasioni dal fruttivendolo di fiducia, la stagione dei pomodori sta per raggiungere il suo apice. Come mettere in dispensa una scorta per l’inverno? Segui i nostri tre metodi di conservazione, e avrai un anno di tempo per consumare le tue speciali conserve fatte in casa!

1.Pelati

Il pomodoro ideale per questa conserva è il San Marzano. Scegli quelli più sodi, non troppo maturi e dal colore rosso acceso.

Pelati

Preparazione

In una pentola capiente fai bollire acqua salata. Pratica un’incisione a croce sul fondo dei pomodori: sarà utile per eliminare la buccia. Immergi nell’acqua bollente i pomodori e lasciali cuocere per 2 – 3 minuti. Mettine pochi per volta: così facendo l’acqua non perderà il bollore e riuscirai a cuocerli più in fretta. Togli i pomodori dalla pentola e mettili a raffreddare in un contenitore capiente pieno di acqua fredda, o in alternativa nello scolapasta. Quando saranno raffreddati, elimina la pelle partendo dai tagli effettuati e rimuovi uno spessore di circa due centimetri a partire dalla testa. Inizia quindi a riempire i barattoli con i pomodori, avendo cura di non lasciare spazi vuoti. Una volta completato il lavoro, chiudi energicamente avvitando i tappi. Metti i barattoli a testa in giù in una pentola, fasciandoli con un canovaccio. Riempi la pentola d’acqua e fai bollire per almeno mezz’ora. Lascia raffreddare. Verifica che la parte centrale dei tappi sia schiacciata verso il basso: solo in questo caso la procedura che assicura il sottovuoto alle tue conserve è garantita!

2.Passata di pomodoro (a freddo)

Realizza una conserva di pomodoro a crudo: produrrai una passata versatile, adatta a molti piatti. Con qualche foglia di basilico e uno spicchio d’aglio potrai preparare un sugo al profumo d'Estate anche in pieno Inverno!

Passata di pomodoro

Preparazione

Per prima cosa metti a bollire una pentola capiente con acqua salata. No, non è uno scherzo! Dovrai solo scottare i pomodori per una paio di minuti, servirà a rendere più facile la rimozione della buccia e a limitare lo scarto durante la pressatura. Una volta tolti i pomodori dalla pentola, fai raffreddare. Prepara intanto la macchina spremipomodoro. Elimina la buccia, passa i pomodori nella macchina e raccogli la passata in una ciotola grande. Vuoi una passata più densa? Filtrala con uno scolapasta coperto da un canovaccio: la parte liquida verrà eliminata, mentre la polpa rimarrà sul tessuto. Ottenuta la quantità di passata che desideri, riempi le bottiglie o i barattoli. Aggiungi un cucchiaino di zucchero e alcune foglie di basilico: lo zucchero facilita la conservazione e limita l’acidità, mentre il basilico donerà alla tua passata un profumo freschissimo. Non ti resta che sterilizzare i contenitori e il gioco è fatto!

3.Sugo

Il citofono suona e ti ritrovi ospiti inaspettati? Oppure dopo una lunghissima giornata di lavoro arrivi a casa e il frigorifero è deserto? Con un sugo pronto preparato in estate, nessuna emergenza potrà rovinarti la serata!

Sugo di pomodoro

Preparazione

La prima fase della preparazione è identica alle due conserve precedenti: scotta i pomodori in acqua bollente per un paio di minuti, raffredda con acqua corrente (o immergi in un contenitore con acqua e ghiaccio) e rimuovi la pelle. Taglia a metà i pomodori, elimina i semi e l’eccesso di liquido. Utilizza uno scolapasta per ultimare la rimozione dei liquidi. Prepara intanto un trito di cipolla dorata, uno o due spicchi d’aglio e peperone tagliato a cubetti. Soffriggi cipolla, aglio e peperone. Quando l’aglio è dorato, toglilo dalla padella. Aggiungi i pomodori puliti e scolati, fai cuocere per 10 – 15 minuti. Aggiusta di sale, aggiungi un cucchiaino raso di zucchero, a piacere qualche foglia di basilico e lascia raffreddare. Versa infine nei barattoli, avvita con forza i coperchi e procedi alla sterilizzazione. Il tuo sugo è pronto per riposare in un luogo fresco e asciutto, preferibilmente lontano dalla luce.

Segui le nostre semplici indicazioni per mettere in dispensa un tocco d’Estate: i tuoi piatti (e i tuoi ospiti) ti ringrazieranno per la sferzata di sapore casalingo che saprai dare ai tuoi piatti!

Ph. credits: ufuud.it | melissaknorris.com | asweetpeachef.com