Rosso d'Estate? Si può fare!

Quella che poteva sembrare soltanto una provocazione, si è rivelata una scelta illuminata: scopri come il Rosso d'Estate ha smesso di essere un tabù.

Data Pubblicazione: 27/07/2016

Tutto ha avuto inizio con il Consorzio del Vino Chianti e l’esperimento #chiantigustalofresco. Un’iniziativa davvero ardita, almeno per chi vive il vino con una certa rigidità. Il progetto del Consorzio prevedeva una cosa semplicissima: proporre temperature di consumo leggermente inferiori a quelle storicamente indicate. Un bicchiere di vino a 16 – 18 gradi, per non rinunciare al piacere di un Chianti anche nei mesi più caldi. L'idea ha avuto successo, e si sta ritagliando un numero sempre maggiori di estimatori.

Vino Rosso in Estate: un identikit

Alcune caratteristiche che il rosso dovrebbe avere per un ideale consumo estivo

#chiantigustalofresco

Ma non è solo il Chianti a vivere una nuova stagione: si tratta del vino rosso in generale. Se si dovesse stilare una carta d’identità del miglior vino rosso da consumare durante la stagione calda, queste dovrebbero essere le caratteristiche principali:

  • giovane

  • con buona acidità
  • buona sapidità

  • poco tannico

  • che non sia affinato in barrique

Temperature suggerite? Si può arrivare a 14 gradi, ma non per tutti. L’ideale è mantenersi tra i 16 e i 18. Queste sono le regole stabilite dal Sommelier Lorenzo Rondinelli per Food & Wine. È possibile utilizzare questi cinque precetti come semplice indicazione e non attenersi a essi troppo rigidamente. Il Consorzio del Chianti, in effetti, potrebbe dissentire su un punto almeno di questo vademecum…

Tradizione VS Novità

E se non fosse uno scontro, ma soltanto un punto di partenza per lasciarsi ispirare?

Lambrusco

A noi sembra sufficiente osservare i primi tre punti. E ci lasciamo ispirare anche dalla tradizione, e in particolare da una consuetudine emiliana del dopoguerra: realizzare un drink estivo a base di Lambrusco, ghiaccio tritato e limone. Può sembrare davvero sacrilego (soprattutto se avete letto l’elenco di errori da evitare con il vino in Estate), ma visto da una diversa prospettiva non fa che confermare un elemento importante del vivere il vino: la quotidianità. Portare una bottiglia in tavola ogni giorno, anche in Estate, anche in maniera personale, diversa dal solito, pur nel rispetto della tradizione e delle caratteristiche di ciò che si beve.

Vino rosso in Estate? La risposta è: osate, osate sempre. Un buon bicchiere di rosso saprà (anche) rinfrescare un pomeriggio assolato!

Ph. credits: vinepair.com | agrodolce.it | drinkfashionably.com