Estate: 10 errori da evitare con il vino

Un elenco dei più diffusi errori da non commettere quando si beve vino durante la bella stagione.

Data Pubblicazione: 25/07/2016

Hai già preparato i bagagli e stai per iniziare le tante sospirate vacanze? Abbandona la routine e goditi le tue passioni al massimo! C’è una cosa a cui non devi rinunciare: un buon vino. Per sfatare luoghi comuni ed errori diffusissimi, ecco una breve lista di quelli da evitare!

10 errori da evitare con il vino in Estate

10 - Bere spumanti e moscato solo a Natale

Si è creato nel corso del tempo questo luogo comune: in estate si beve birra, il vino è per le stagioni fredde. Nulla di più sbagliato! Un calice di Spumante, o un dolcissimo sorso di Moscato sono leggeri e rinfrescanti. Provare per credere!

9 - Riempire troppo il bicchiere

Se ti sei sempre chiesto per quale ragione i bicchieri da vino sono in genere panciuti, un motivo c’è: l’ampiezza del calice consente la diffusione di aromi e profumi e favorisce la degustazione. Se riempi troppo il bicchiere, tutto questo viene meno! Non farlo: puoi sempre versarne un altro dopo il primo!

Bicchiere enorme

8 - Tenere il bicchiere in modo sbagliato

Il bicchiere si tiene sempre dalla base oppure dallo stelo, mai dalla coppa! I rischi? Scaldarlo o peggio ancora alterarne il gusto. Se poi abbiamo le mani piene di crema solare, l’effetto potrebbe essere davvero terribile! Se avete dubbi, bere dalla bottiglia non vale!

7 - Raffreddare troppo il vino

Ricorda che il vino è vivo: si tratta di un liquido dinamico, che nasce dalla terra e attraversa fasi di crescita e cambiamento. Se congeli una bottiglia (o ci vai vicino) comprometti sapore, profumi, gusto e piacere. Occorre prestare attenzione alla temperatura di servizio, in genere specificata sull’etichetta.

Vino ghiacciato

6 - Bere sempre gli stessi vini

In Italia esistono più di 500 vini con denominazione (Doc, Docg e Igt). Senza contare quelli altrettanto buoni, ma che per disciplinare non ne hanno diritto. Bere sempre la stessa etichetta non è solo un errore, è proprio volersi male! Lasciati sedurre da un gusto nuovo: la parola d’ordine con il vino è cambiare!

5 - Mettere il ghiaccio nel vino

In apparenza può sembrare una buona idea, per accelerare il raffreddamento. Non lo è. Il vino viene allungato con l’acqua e ne risente in termini di degustazione: una glacette è meglio. Facciamo un patto? Il ghiaccio va bene, ma FUORI dal bicchiere.

Occhiali da vino

4 - Usare bicchieri di plastica

Non si fa. Vetro o cristallo, niente plastica. Il bicchiere spesso è sottovalutato, ma contribuisce in maniera sostanziale al piacere del vino. I bicchieri di plastica fanno tanto festa estiva in giardino, ma noi siamo dalla parte del vino: abbasso la plastica!

3 - Vino rosso a temperatura ambiente

Quando ci sono 30 gradi meglio non servire bevande a temperatura ambiente! Questa regola vale anche per i rossi: abbassatene la temperatura fino a 16 – 18 gradi e godetevi anche un Chianti a Ferragosto! Il vino non deve avere tabù: bisogna soltanto consumarlo nel modo giusto, rispettandone le caratteristiche.

A Dog Wine

2 - Dedicare poco tempo all’assaggio

Un bicchiere di vino fresco dopo una giornata in spiaggia? Va bene, ma sorseggiandolo con calma. Il vino non va ingoiato senza gustarlo: si tratta di un momento condiviso, e da condividere con gli altri commensali. Chiacchierando, magari: il vino alleggerisce l’atmosfera e trasforma in sorrisi i momenti trascorsi insieme.

1 - Aggiungere una fettina di limone

I sommelier ne parlano con stupore: è un’abitudine piuttosto diffusa, forse mutuata dal fatto che alcune birre si consumano con una fetta di limone… L’acido del limone ha la meglio sul sapore del vino, qualsiasi vino… e non è l’ideale per coglierne le sfumature, i segreti, i piccoli inconfondibili segni particolari che fanno di un vino quel capolavoro che è!

Non ci sono più scuse: ora potete affrontare il Vino d’Estate da veri esperti!

Ph. credits: imgur.com | professormungleton.blogspot.com | reference.com | lodiwine.com | huffingtonpost.com