Aperitivo all’italiana: una tradizione senza tempo

Dalla fine del 1700 a oggi l’aperitivo ha assunto nuove forme, ma resta un rituale che unisce tutti gli italiani da Nord a Sud

Data Pubblicazione: 26/05/2020

Oggi la capitale dell’happy hour è senza dubbio Milano, eppure il vero aperitivo all’italiana ha più di due secoli di storia e un’antica tradizione che affonda le sue radici nelle più grandi città del nostro Paese.

Per decenni il rito dell’aperitivo ha accomunato torinesi, veneziani, napoletani e milanesi con una formula diversa da quella attuale. Insieme a una bevanda alcolica, spesso un buon bicchiere di vino, non era previsto un ricco buffet come accade al giorno d’oggi, bensì degli stuzzichini e degli antipasti sia dolci che salati.

L’aperitivo di una volta rappresentava un momento da condividere in compagnia degli amici prima di pranzare, talvolta anche già dalla tarda mattinata e non esclusivamente dopo lavoro come avviene ai nostri giorni. Rivivere questo rituale, ancora attuale tra i più fedeli amanti dell’aperitivo “autentico”, richiede pochi ingredienti, ma ben selezionati.

Ecco la nostra proposta per un happy hour che incontra gusto, stile e tradizione.

Le bollicine, immancabili compagne dell’happy hour

Non può esserci aperitivo senza un calice di bollicine, l’abbinamento perfetto per antipasti salati freddi, come le tartine con Crema di carciofi o gli stuzzichini a base di formaggi leggeri. Puoi abbinare uno spumante Extra Dry come il ‘900 Gran Giordano, leggero e dissetante. Grazie alle sue note agrumate e ai profumi fruttati, ha tutte le carte in regola per arricchire il tuo aperitivo con eleganza. Se sei invece un amante dei frizzanti, il nostro Prosecco DOC non ti lascerà a bocca asciutta. È piacevole, equilibrato e fine e si lascia sorseggiare con gusto.

Fermo o frizzante? Il pre cena con il vino bianco

Fresco, fruttato e seducente: queste sono le caratteristiche essenziali che deve avere un bianco da aperitivo. Loris Vino Bianco con i suoi sentori di pesca e ananas ha tutto ciò che serve a un vino per essere sorseggiato durante un happy hour. Abbinalo a delle paste fredde o a dei crostini con tonno o alici per gustarne al meglio la corposità.

L’aperitivo in rosso con il Lambrusco

Se servito freddo insieme a un tagliere di affettati e formaggi, il risso da aperitivo per eccellenza non può che essere il Lambrusco di Modena DOC. Frizzante al punto giusto, gradevole e armonioso, è il vino giusto per un happy hour all’italiana di sostanza, appagante e succulento.