I vini preferiti di Alessandra e Vissia

Oggi incontriamo lo spirito più frizzante dei nostri vini: brinda con Alessandra e Vissia a un 2017 favoloso con le bollicine che non mancano mai sulla loro tavola

Data Pubblicazione: 02/03/2017

Hai un’occasione importante da festeggiare: hai deciso che cosa indossare, hai preparato con cura il menu, hai curato ogni dettaglio. Non resta che scegliere il vino giusto, ultimo tassello di un mosaico perfetto. Daniela e Federica ci hanno già consigliato i loro preferiti: oggi lasciati ispirare dalle scelte di Alessandra e Vissia!

Il vino di Alessandra

Per Alessandra è Valdobbiadene

Se dovessi scegliere tre vini, non avrei alcun tentennamento: Valdobbiadene, Valdobbiadene e Valdobbiadene! C’è qualcosa in questo Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG 2016 Millesimato che affascina, convince e coinvolge. È un lasciapassare per momenti di puro divertimento, l’ingrediente in più per fare di un semplice brindisi un evento da ricordare. Profumato e inebriante, amo il Valdobbiadene perché mi rispecchia: è eclettico e pieno di energia!

Evito abbinamenti tradizionali, preferisco sfidarlo con accostamenti esotici. Finora non mi ha mai deluso! Consiglio agli amanti del Sushi di sorseggiarne un bicchiere durante una cena giapponese: si crea un’alchimia magica, una sinestesia che traduce i colori in sapori e i profumi in esperienze sensoriali indimenticabili.

Il vino di Vissia

Rosé Vino Spumante Millesimato 2015 per Vissia

"Perché ho scelto il Rosé Vino Spumante Millesimato 2015? Lo confesso: ho un debole per le bollicine! Amo i bianchi frizzanti, per me sono un invito alla festa, un’iniezione di allegria. Da qualche tempo ho iniziato ad apprezzare anche le bollicine in rosa, e questo Spumante Millesimato mi ha davvero convinta. Trovo che prometta la Primavera: ha il colore della madreperla, brillante e rosato, basta un’occhiata per coglierne la leggerezza. I profumi di fresie e magnolia che racchiude rimandano all’aria delle prime fioriture primaverili, così improvvise e irresistibili.

Amo le bollicine e non soltanto per gli aperitivi: ho bevuto questo Rosé con uno dei piatti che preferisco, pieno delle migliori suggestioni della mia amata Sicilia. Provalo con Tonno scottato alla piastra, condito con un delicato pesto di zenzero fresco, prezzemolo, succo di limone e olio extravergine di oliva. Capita con il vino, capita con le persone: basta che si avvicinino una volta per non riuscire più a fare a meno l’uno dell’altra.

Trovo questo abbinamento davvero irresistibile: chissà che non lo diventi anche per te?"