Una cena di mare, dalla A alla Z

In giardino o in terrazzo, ecco il menù perfetto per una sera d’estate

Data Pubblicazione: 22/06/2021

Ah, l’estate! Il sole, il caldo, il mare… Beh, forse per il mare bisogna aspettare ancora un po’, ma puoi sempre organizzare una cena per ricordarne i profumi e i sapori. Che sia in terrazzo o in giardino, ti basta solo una buona compagnia, una musica di sottofondo e i nostri suggerimenti nell’abbinamento tra cibo e vino, ed ecco che parti (almeno con la fantasia) per la tua destinazione marittima del cuore.

E allora calice alla mano e via! Ecco il nostro menù d’estate, per una cena di mare dall’aperitivo al dessert!

 

Aperitivo: si aprono le danze

Non sottovalutare l’aperitivo, perché è il biglietto da visita della serata. Si dice che “chi ben comincia è a metà dell’opera”: niente di più vero se vuoi sorprendere i tuoi ospiti, senza rivelare tutte le tue carte. Con le temperature che si alzano e ti fanno sudare, meglio scegliere stuzzichini semplici e freschi. Delle bruschette al pomodoro ad esempio, sono quell’evergreen che non stanca mai. Se invece vuoi solo stuzzicare l’appetito, porta in tavola delle semplici noccioline tostate. L’importante è avere uno Spumante ONICE, la bollicina extra dry da bere ghiacciata: dissetante e freschissima, è il modo giusto per iniziare una cena d’estate a base di pesce.

 

L’antipasto: ora si inizia davvero

Qui ti si pone davanti una prima importante decisione. Antipasto freddo o caldo? Nel primo caso, puoi scegliere tra i grandi classici, come un carpaccio di tonno o di polpo, un’insalata di mare o delle tartine al baccalà, e i piatti più “creativi”: con una cheesecake salata al salmone e avocado o dei finger food a base di mozzarella di bufala, gamberi e zest di limone, stupisci sicuramente tutti. In questi casi, scegli dei bianchi delicati, non troppo alcolici né invadenti, per non sovrastare i sapori delicati del pesce fresco: un DICASA Vino Bianco o un Eventus Bianco sono perfetti. Se invece l’antipasto è caldo, come della tempura di gamberi servita in monodosi o delle polpette di tonno, puoi optare per un bianco più strutturato come il Fiano Puglia IGT o il Pinot Grigio delle Venezie DOC.

 

Cosa abbinare ai primi piatti di pesce?

Se è vero che il corpo del vino deve essere proporzionato alla struttura della pietanza, a seconda del primo piatto che sceglierai sarà meglio puntare su un vino più elegante e delicato o un vino di maggiore struttura e complessità. Ad esempio, per dei saporiti spaghetti alle vongole o un gustoso risotto allo scoglio, prova un bianco dalla buona sapidità e aromaticità, come uno Chardonnay Puglia IGT Biologico: in bocca è scorrevole, caldo e morbido, un perfetto alleato per esaltare i sapori di questi piatti tipicamente estivi. Se invece in tavola ci sono pietanze più leggere, come del riso nero con zucchine e gamberi o della fregola con pesce spada e pomodorini, Giulia Vino Bianco è proprio quello che ci vuole per apprezzarli a pieno.

 

Secondi di pesce? Ecco cosa scegliere

Abbinare un vino a un secondo di pesce non è certo facile, ma con un po’ di curiosità e i nostri consigli, riuscirai a trovare il pairing perfetto. Il pesce è un alimento molto versatile ed esistono tante diverse modalità di cottura, di conseguenza le possibilità di abbinamento sono svariate. I bianchi secchi, più o meno strutturati, sono sicuramente la scelta più “semplice”: un Vermentino di Sardegna ad esempio, con la sua particolare mineralità e delicatezza, ben si presta a essere bevuto insieme al pesce alla griglia, mentre un Riesling dell'Oltrepò Pavese va a nozze con capesante, molluschi, crostacei e il sushi. Se sei un amante delle bollicine e non vuoi rinunciare all’effervescenza, prova una Ribolla Gialla Spumante: il suo perlage fine e persistente, insieme alle note agrumate e minerali, lo rendono un’ottima alternativa al classico bianco fermo.

Il gran finale… il dessert!

E per una cena fatta a regola d’arte, la degna conclusione non potrebbe che essere un fresco dessert! Una buona idea è quella di creare dei dolci a base di frutta, ideali per rinfrescare e pulire la bocca dopo aver concluso le portate di pesce. Delle semplici e succose fragole ricoperte di cioccolato sono sempre le benvenute, soprattutto se le abbini a un Rosé Vino Spumante Millesimato dal brillante colore rosa e dai profumi di ribes, lamponi, rosa rossa e agrumi: un vero piacere da gustare in una calda serata d’estate. Per il tuo dolce fine pasto, ti consigliamo anche la crema di limoncello, da servire rigorosamente ghiacciata, per apprezzarla al meglio. E se vuoi andare sul sicuro, puoi sempre scegliere il classico Prosecco Millesimato, perché con lui non sbagli mai!