6 MOTIVI PER BERE VINO ROSSO IN AUTUNNO

È arrivato il momento di mettere via i calici da bianco e tirare fuori i ballon, grand ballon e borgogna. Si torna a bere vino rosso: ma perché di solito con l’inverno beviamo più vino rosso mentre in estate il bianco?

Data Pubblicazione: 03/11/2020

 

È ricco di potenti antiossidanti. Il vino rosso e pieno di sostanze che hanno diverse proprietà benefiche per l’organismo. Molti esperti della salute consigliano fino ad un calice al giorno per combattere i mali di stagione.

È ricco di polifenoli. Donano al vino corpo e struttura. È per la presenza di questi componenti se quando beviamo un calice di vino rosso il palato viene avvolto da una sensazione di calore e pienezza, molto più gradevole d’inverno.

È ideale abbinato alle ricette di stagione. Nei mesi invernali siamo più portati a mangiare piatti strutturati e saporiti. Il vino rosso si abbina meglio a questo tipo di ricette perché ha delle caratteristiche aromatiche ideali per i sapori più complessi.

È adatto all’invecchiamento. Puoi conservare il vino rosso nella tua cantina anche per lunghi periodi. Una bottiglia di vino bianco è meglio berla appena comprata, invece una di rosso può rimanere nella tua cantina anche per diversi giorni, fino all’arrivo di un’occasione speciale.

È capace di liberare le endorfine del nostro organismo. Sono prodotte dal nostro cervello e procurano una sensazione di rilassamento e felicità. Possono essere utili nei freddi e grigi giorni invernali.

Allevia la stanchezza fisica tipica dei mesi invernali. Capita spesso di sentirsi stanchi nei giorni più freddi: i polifenoli presenti nel vino rosso aiutano il nostro apparato cardiovascolare e contengono sostanze antiradicali liberi.

 

Noi ti consigliamo 6 vini rossi: tanti quanti almeno sono i motivi per cui dovresti berli...

 

Merlot Puglia IGT  Il colore è rosso vivo intenso, i profumi netti e persistenti con spiccati sentori di frutta matura, come lampone e ciliegia.

Amarone delle Valpolicella DOCG Allo sguardo si presenta di colore rosso cupo, impenetrabile e pieno. Il profilo olfattivo è caldo, ampio e invitante: frutta matura a bacca rossa. All’assaggio convince per armoniosa morbidezza e grande potenza espressiva.

Primitivo Puglia IGT Ha colore rosso fitto, intenso, con riflessi scuri. Il profumo è etereo, di frutta matura, con spiccati sentori di fichi secchi.

Barbaresco DOCG Colore rosso delicato con riflessi aranciati dovuti all’invecchiamento; profumo intenso e persistente, con note di marasca, spezie e vaniglia. Il sapore è netto e schietto, equilibrato con un retrogusto prolungato.

Barolo DOCG Riserva Il rosso granato che in gioventù caratterizza il Barolo, nella Riserva acquisisce riflessi aranciati: testimonianza di un lungo riposo in legno, carico di suggestioni. Il profilo olfattivo incanta per complessità e armonia: etereo, intenso, con note di marasca, echi di lavanda e cenni speziati.

Chianti DOCG Riserva Selvato Ha colore rosso con riflessi granato, profumo intenso, fine e fragrante, con note floreali di violetta, frutti di bosco e vaniglia. Gusto armonico, pieno e strutturato.