Gewürztraminer: 5 alternative interessanti se ami i bianchi aromatici

Il Gewürztraminer è croce e delizia di molti appassionati, essendo spesso troppo compiaciuto della propria peculiarità. Ecco 5 alternative per gli amanti (e non) di questo bianco aromatico

Data Pubblicazione: 31/08/2018

Problema: un amante del Gewürztraminer ti invita a cena, sai benissimo che portargli una bottiglia del suo vino preferito potrebbe essere la soluzione più semplice per un regalo apprezzato, ma per una volta vuoi stupire. Proprio così: desideri sfoggiare una competenza enologica da vero intenditore, portando in dono un vino che sappia conquistarlo, e magari farlo innamorare della propria natura.

Su che etichette orientare la scelta? Quale vino può soddisfare il palato di un appassionato del bianco aromatico trentino? Niente paura: abbiamo selezionato per te 5 alternative perfette!

5 alternative al Gewürztraminer per veri Wine Lover

5 vini perfetti in alternativa al Gewürztraminer

1 – Savagnin

Se non ti vuoi discostare troppo dal vitigno altoatesino (o, in altri termini, se ti piace vincere facile), opta per il cugino francese del Traminer aromatico, il Savagnin. Un vino caratterizzato da un profilo olfattivo complesso, simile all’assaggio a certi sherry delicati e zuccherini. Se vuoi allontanarti dal Gewürztraminer, ma con cautela, questa è senz'altro la scelta migliore.

2 – Riesling

Avvicinare il naso al calice e sentire, inebrianti, le note fresche di pesca e albicocca, assaporarne il pieno equilibrio tra acidità, grado alcolico e dolcezza, scoprirne l’ampiezza aromatica: il Riesling è un’avventura a misura di intenditore, perfetta da vivere di calice in calice. Un appassionato di Gewürztraminer lo apprezzerà: garantito!

3 – Malvasia

Anche la nostra Malvasia, adeguatamente vinificata, può rappresentare una valida alternativa al Traminer aromatico. Si tratta di un bianco profumato, molto suggestivo. Offre un articolato insieme di sensazioni, che spaziano dai profumi dolci e fruttati a un impatto alcolico contenuto, mostrando sempre una struttura bilanciata. Una bottiglia da provare? Malvasia Pinot Grigio Puglia IGT: connubio felice di due vitigni dal carattere complementare, bianco inconsueto in cui note di melone e frutta esotica restituiscono all’assaggio un corpo pieno e dal grado alcolico contenuto, eppure graffiante. Un’alternativa per chi vuole osare, ma senza eccessi.

4 – Müller Thurgau

Torniamo in Alto Adige per un vino meno smaccatamente autocompiaciuto del Gewürztraminer, ma di sicuro effetto. Il Müller Thurgau ha colore giallo paglierino mai troppo intenso, nuance di mela, salvia, lime e mirto (tra gli altri). Va detto: difficilmente lascia il segno, fresco e di facile beva qual è. Ma colpisce per equilibrio e per il panorama di gusto che riesce ogni volta a evocare. Se scegli questo, aspettati qualche timida rimostranza: è spesso legato a un’immagine di vino dell'ultimo minuto, di bottiglia da tutti i giorni, immagine che ingiustamente lo svilisce. Può rivelarsi scelta da vero maestro, e può aprire (e di molto) gli orizzonti dell’appassionato troppo a lungo prigioniero delle bizze del Gewürztraminer!

5 – E se fosse un rosso?

Grado di azzardo: extra! Presentarsi con un rosso davanti all’amico che ama il Gewürztraminer può apparire quasi come un affronto, ma, a ben guardare, potrebbe essere un modo interessante di stimolare la curiosità del vero Wine Lover. Perché? In primis, perché sarebbe un bel modo di esprimere l’ampiezza di espressioni e di suggestioni che i vini, indipendentemente dal colore, riescono ad esprimere: un rosso può svelare tratti dolci e fruttati (prova per esempio un Brachetto d’AcquI), oppure una complessità aromatica singolare e stupefacente (un frizzante Lambrusco di Modena riesce comunque a dire la sua, in ogni occasione).

Quale vino sceglierai per convincere l’amante del Traminer aromatico a sperimentare nuovi sapori? Scrivici su Facebook e condividi la tua scelta!