Le Origini di Halloween

Tradizioni e curiosità dietro la notte più spaventosa dell’anno

Data Pubblicazione: 27/10/2020

Sabato 31/10/2020 sarà una notte di luna piena, non accade spesso questa coincidenza e quest’anno ci aspetta una serata dall’atmosfera decisamente suggestiva.

Molti credono che La festa di Halloween abbia origini americane ma in realtà le prime tracce di questa ricorrenza conducono alla verde isola irlandese, quando era ancora dominata dal popolo celtico. Questo giorno era particolarmente importante perché simboleggiava il passaggio dall’estate all’inverno. I Celiti erano un popolo di allevatori e in questo periodo dell’anno riportavano i loro greggi a valle per prepararsi all’arrivo dei giorni freddi. Il 31 Ottobre nella cultura di questo popolo coincideva con la notte di Capodanno: erano soliti organizzare lunghi festeggiamenti per celebrare il passaggio all’anno nuovo. I Celti credevano che in questa stessa notte gli spiriti dell’aldilà sarebbero tornati a girovagare indisturbati nel mondo dei vivi e per rendere omaggio agli antichi antenati, si radunavano nel bosco per la cerimonia dell’accensione del Fuoco Sacro, indossavano maschere grottesche e scarificavano gli animali in onore degli spiriti tornati sulla terra in questo giorno.

Sono passati secoli ormai da questi antichi rituali e l’influenza delle religioni ha conferito a questa ricorrenza contenuti e significati diversi da quelli originali, ma nonostante tutto, il tema centrale della festività è rimasto invariato nel tempo. Il culto della morte, infatti, è in sintonia con ciò che avviene in natura durante la stagione invernale: la vita sembra tacere, mentre in realtà si rinnova sottoterra, dove tradizionalmente, tra l’altro, riposano i morti.

Oggi, questo giorno viene festeggiato in tantissimi modi diversi e ogni paese ha le sue tradizioni. È un momento di divertimento soprattutto per i bambini che amano mascherarsi e mangiare dolci a volontà, ma dovrebbe esserlo anche per gli adulti. A differenza di quello che credono in molti, quindi, Halloween appartiene anche alla nostra tradizione, ma ancor di più, affonda le sue radici in qualcosa di più profondo: un tema con un’unica origine e con lo stesso scopo, che tocca e unisce tutti noi.

Pensiamo che il 31/10/2020 debba essere festeggiato in modo speciale con un menù ideale per l’occasione. In abbinamento ti suggeriamo la linea Luminante: i vini perfetti per la notte di Halloween.

 

Antipasto 

Tris di Bruschette

Preparazione:

Taglia e scalda delle fette di pane fresco, condiscile con un filo d’Olio Extravergine di Oliva poi farciscile con queste specialità:

Crema di Carciofi

Peperoni Saporiti

Pomodori Secchi con Capperi

 

Vino in Abbinamento

Per questo antipasto ti consigliamo Luminante Vino Bianco d’Italia

Primo

Risotto ai Funghi Porcini

Preparazione:

1. Versate in una casseruola 40 g di burro con la cipolla tritata finemente, poi fate soffriggere a fuoco dolce.

2. Aggiungete i funghi puliti, tagliati a fettine o a spicchi.

3. Continuate la cottura per un paio di minuti, poi unite il riso.

4. Fatelo tostare per qualche minuto, prima di bagnare con il vino bianco.

5. Lasciate evaporare a fiamma vivace, poi portate avanti la cottura bagnando gradualmente con il brodo caldo.

6. Regolate di sale e pepe.

7. Quando il risotto sarà cotto, mantecatelo con il burro rimasto e il Parmigiano grattugiato.

8. Decorate la preparazione con prezzemolo tritato e guarnitela con foglioline.

 

In alternativa prova il nostro Risotto ai Funghi Porcini è davvero gustoso e facilissimo da preparare.

 

Vino in Abbinamento

Per questo primo ti consigliamo Luminante Vino Rosso d’Italia 2019

 

Secondo

Stinco Arrosto

Preparazione:

1. Procuratevi uno stinco di maiale della dimensione di circa 1 kg (dose per almeno 4 persone) ed eliminate con cura il grasso in eccesso soprattutto dalle parti più esterne

2. Procedete ora ad aggiustarlo di sale e pepe e quindi rosolatelo in una teglia su tutti i lati, per una decina di minuti circa

3. Bagnate quindi lo stinco con del vino bianco, lasciate evaporare, trasferitelo nel forno e cuocetelo a 200 gradi per 50 minuti, girandolo spesso; a metà cottura aggiungete il timo e versate un po' d'acqua

4. Estraete la teglia dal forno, togliete lo stinco, disponetelo nel piatto da portata, conditelo con il fondo di cottura e guarnitelo con un rametto di rosmarino e il timo rimasto

 

In alternativa prova il nostro Stinco Arrosto una vera specialità pronta in soli 20 minuti

 

Vino in Abbinamento

Per questo secondo ti consigliamo Luminante Rosso d’Italia 2019 Biologico

 

E per concludere…

Ti aspetta un assortimento di golosità a prezzi scontatissimi in esclusiva per questa occasione. Scopri la Promozione