Come sterilizzare i barattoli per le conserve casalinghe

Forno o pentola? Esistono altri modi per sterilizzare le nostre conserve fatte in casa? Scopri con noi i metodi migliori per sterilizzare le conserve!

Data Pubblicazione: 01/09/2016

Preparare le conserve casalinghe è un lavoro vero e proprio, e quando si finisce di cucinare ecco che si presenta il problema della sterilizzazione. Come procedere? Bisogna occuparsi dei barattoli pieni, oppure prima dobbiamo sterilizzare i vuoti? Come eliminare i rischi di una cattiva conservazione? Ci sono mille domande legate ai processi di sterilizzazione. Scopriamo insieme 4 metodi infallibili per garantire lunga vita alle tue conserve fatte in casa!

1.La sterilizzazione tradizionale: in pentola

Pentola

Il metodo della nonna! I barattoli devono essere messi in pentola con acqua fredda, tra di essi va infilato un canovaccio, in maniera tale che durante la bollitura non si tocchino tra loro rompendosi. L’acqua deve essere portata a ebollizione e i vasetti devono rimanere in acqua bollente per almeno mezz’ora. Terminata questa fase preparatoria, dovrete far raffreddare i contenitori, poi potrete riempire con confettura o conserve. Una volta riempiti dovranno finire nuovamente in pentola, sempre fasciati in canovacci, e fatti nuovamente bollire per almeno trenta minuti. Questa seconda fase “a pieno” produrrà l’effetto sottovuoto, fondamentale per la conservazione degli alimenti.

2.Sterilizzazione in forno

Forno

Porta il forno a una temperatura di 130 gradi; non occorre sia più alta, altrimenti i vasetti potrebbero rompersi. Copri la griglia del forno con carta di giornale o carta da forno. Disponi barattoli e coperchi sul piano badando bene che non si tocchino e lascia scaldare per mezz’ora. Infine togli i barattoli (usa delle presine o potresti scottarti!) e riempili di confettura o conserva calda, poi sigilla ermeticamente con i tappi passati in forno. A chiusura ultimata il calore di contenitore e contenuto produrranno un sonoro clic e la parte centrale del coperchio, premuta verso il basso, ti confermerà la buona riuscita della sterilizzazione!

3.Sterilizzazione nel forno a microonde

Microonde

Il procedimento è simile a quello descritto per il forno tradizionale: metti nel microonde i barattoli (leggermente umidi) e scalda al massimo della potenza per 40 – 50 secondi. Riempi con confettura calda e chiudi con i coperchi. Anche in questo caso scoprirai se la sterilizzazione è riuscita controllando il coperchio!

4.Sterilizzare i barattoli in lavastoviglie

Lavastoviglie

Metti vasetti e tappi in lavastoviglie e seleziona un lavaggio alla temperatura più alta. A programma finito, estrai i barattoli ancora caldi e riempili con conserva o confettura appena tolta dal fuoco. Chiudi ermeticamente e assicurati che il coperchio segnali con un clic l’avvenuta chiusura sottovuoto della tua conserva.

Ora sai come deve essere sterilizzato il prodotto della tua fatica in cucina! La regola base? Che il tappo faccia clic! Prima di mettere a riposare il frutto del tuo lavoro, accertati che i coperchi siano sigillati correttamente. In caso contrario, se non hai utilizzato il classico metodo della pentola, procedi con un ulteriore bollitura. Meglio una doppia sterilizzazione che una conserva impossibile da consumare!

Un ultimo consiglio? Quando avrai finito, contempla la schiera di bottiglie e barattoli e brinda con un bicchiere di Blanc de Blancs Giordano!

Ph. credits: wikihow.com | kilnerjar.co.uk | burntembers.com | doctoroz.com | canninggranny.com