5 idee per la tua prossima grigliata di pesce

Vuoi dare al tuo barbecue un sapore mediterraneo? Stupisci gli amici con una grigliata di pesce. Ecco 5 idee per ottenere un risultato memorabile.

Data Pubblicazione: 19/05/2017

Prima grigliata di stagione? Quest’anno inizia con il pesce! 5 suggerimenti per cucinare ottimi piatti, senza rischiare bruciature o carni troppo stoppose. Ecco tutto quello che devi sapere per un risultato memorabile!

1 – Solo il pesce migliore

Giordano Vini ti consiglia: il pesce migliore per il tuo prossimo BBQ

Non tutti i pesci sono fatti per finire sulla griglia: alcuni non hanno la giusta consistenza, e finirebbero in pezzi a metà cottura. Prima della brace, prepara la giusta lista della spesa! Salmone, sgombro, tonno, pesce azzurro in generale e crostacei: saranno loro i protagonisti del tuo BBQ. I crostacei si prestano cottura alla griglia. Meglio evitare pesci troppo piccoli e molluschi: i primi tendono a disfarsi, i secondi a diventare facilmente gommosi. Se non riesci a resistere alla tentazione di totani e seppie, scegli esemplari piccoli e cuocili poco.

2 – Marinate... marinare!

Giordano Vini, consigli per grigliare il pesce: usa la giusta marinata

Prepara marinate semplici per la tua grigliata mediterranea. Rispetta la regola base: 1 parte di componente grassa, 2 parti di componente acida, sale e aromi. Prova con olio extravergine di oliva, limone, sale, prezzemolo, salvia e due foglie di basilico. I tempi di infusione non devono essere lunghissimi: da mezz’ora a 2 ore, a seconda delle dimensioni del pesce.

Ricorda di conservare pesce e marinata in frigorifero e di asciugare il pesce prima di metterlo sulla griglia!

3 – Tempi di cottura

Giordano Vini consiglia per il BBQ di pesce: occhio ai tempi di cottura!

Per i pesci interi (ad esempio il branzino) basta osservare il colore: è cotto quando è dorato. Ricorda di girare i filetti e i tranci servendoti di una paletta, per non forare la carne. Stessa procedura per i crostacei: scampi e gamberi di medie dimensioni cuociono in 2 – 3 minuti per lato. Utilizza sempre il metodo di cottura diretta per il pesce e asciuga sempre i tranci prima di metterli sulla griglia: eventuali residui oleosi di marinata sulle braci causerebbero fiammate, che, per quanto rapide, andrebbero a danneggiare i tuoi manicaretti. 

4 – Contorno leggero e profumato

Giordano Vini consiglia: i migliori contorni per le tue grigliate di pesce

No, il Coleslaw non è il contorno ideale per le tue grigliate di pesce. Prediligi verdure alla griglia, aromatizzate con olio extra vergine d’oliva, aglio e menta, insalate fresche o un leggero pinzimonio di verdure miste. Quest’ultima soluzione è anche la più versatile: potrai proporre assortimenti ricchi, scegliendo le verdure più adatte ad accompagnare i pesci che avrai scelto.

I filetti di melanzana alle erbe aromatiche sono ottimi con i pesci più delicati , aromatici e speziati; da non sottovalutare un sostanzioso contorno a base di funghi! I funghi alla brace in particolar modo aggiungono un tocco speciale, mantenendo un intrigante equilibrio di sapori con le portate principali. 

5 – Quale vino per la tua grigliata di pesce?

Bianco o rosato. Ti suggeriamo 2 etichette per le tua prossima grigliata: Garda DOC e Class Rosato 2016 “Collection”.

Giordano Vini, Garda DOC perfetto con i crostacei

Il Garda DOC è fresco e frizzante: ideale per accompagnare la delicatezza del pesce grigliato. Lascia un’impressione piena e armonica, che ricorda il fragrante piacere di un morso a una mela profumata. Particolarmente indicato per i crostacei, ne esalta la polpa profumata e invitante.

Il rosato migliore per il salmone alla griglia è il Class Rosato 2016

Il Class Rosato 2016 “Collection”, sapientemente vinificato dai nostri maestri cantinieri, mitiga il gusto vagamente affumicato del tonno, generando un’alchimia di sapori avvincente. Gradevolissimo con pesci interi, come il branzino, e con filetti di sgombro o ricciola.

Il vino giusto può rendere il tuo BBQ perfetto: stupisci le migliori etichette Giordano!

Photo credit: Heath Cajandig , Yandle e Didriks via VisualHunt.com / CC BY