Come preparare il perfetto cestino da picnic

Con le prime giornate di sole la tentazione di organizzare una scampagnata si fa sempre più irresistibile. Scopri tutto quello che serve per preparare un cestino da picnic perfetto

Data Pubblicazione: 12/04/2018

Il cestino da picnic perfetto? Certo, c’è un ampio margine di personalizzazione: in fondo, si tratta della tua scampagnata! Ci sono però alcune cose che è necessario avere per vivere una giornata all’aria aperta felice e soprattutto riuscita. Ecco le nostre indicazioni per non scordare nessuno degli ingredienti necessari a vivere un picnic indimenticabile.

Tutto quello che devi avere nel perfetto cestino da picnic

1 - Pronto a eventuali emergenze?

In caso di pioggia... tieni pronto un piano B

Se è vero che il sole non si può portare da casa, è altrettanto vero che un ombrello è facile da trasportare e molto utile in caso di fuga per temporali improvvisi! Fai spazio nel cestino a qualche impermeabile monouso: in caso di necessità per i tuoi amici sarai un eroe!

2 - Cerata

È sempre molto poetico mangiare all’aria aperta: i colori dei fiori, il verde acceso dell’erba, la brezza che mitiga i primi caldi… un po’ meno poetica è l’umidità! Per evitare che tovaglia (e cibi) si riempiano di umidità, porta una cerata da mettere sotto la tovaglia.

3 - Contenitori termici

Scegli contenitori ermetici per il picnic (meglio se termici)

Non devono mancare contenitori adatti al trasporto degli alimenti: manterranno freschi i cibi e potranno diventare utili per raffreddare i vini. E a proposito di quest’ultimo aspetto, sai come raffreddare rapidamente una bottiglia senza commettere errori?

4 - Stoviglie e bicchieri di qualità

Diciamoci la verità: piatti e posate di plastica non sono molto pratici. Se si alza il vento, si finisce per rincorrerli attraverso i campi; se si taglia con troppo entusiasmo la torta salata si rischia di affettare anche i piatti stessi! Scegli materiali biodegradabili, o riutilizzabili. Soprattutto che abbiano un peso accettabile! Stesso discorso per i bicchieri. Non solo l’assaggio dei vini ne gioverà, ma eviterai di produrre tonnellate di rifiuti!

5 - Pietanze easy e saporite

Menu a base di finger food e pietanza facili da mangiare (anche senza posate)

Scegli un menu semplice… e creativo! Sì a insalata, panini, torte salate. No a creme, salse e alimenti facilmente deperibili. Qualche consiglio. Scegli Finger Food e stuzzicanti leccornie che si possano consumare in piedi. Sarà più comodo e divertente per tutti.

6 - Piccoli tocchi di stile

Vuoi dare al tuo picnic un gusto retro chic? Scegli elementi pratici e dal design elegante, capaci di rendere l’atmosfera ancora più magica. Un esempio? Tovaglioli di stoffa. Certo, comporteranno un pizzico di lavoro in più una volta terminata la scampagnata, ma vuoi mettere l’eleganza?

7 - Se non lasci tracce è un picnic riuscito!

Se non lasci traccia, vuol dire che il tuo picnic è stato un successo

Proprio così: porta con te sacchetti per i rifiuti, badando sempre bene a separare i materiali per il corretto smaltimento degli stessi. Se ti sembra una seccatura, pensa a questo: ti piacerebbe arrivare nel luogo che hai scelto per il tuo picnic e trovare rifiuti sparsi qua e là nel prato? Lascia tutto come l’hai trovato: quando tornerai sarà bello trovare il tuo spazio trattato con cura!