La ricetta per un perfetto brasato al Barolo

Un piatto invernale, il perfetto secondo per il menu di Natale: scopri con noi la ricetta tradizionale del brasato al Barolo

Data Pubblicazione: 17/12/2016

Se vuoi mettere in tavola uno dei giganti della tradizione culinaria italiana (e piemontese in particolare), il brasato al Barolo è il piatto che fa per te. Una doverosa premessa: non si tratta di un piatto semplice, ma al tempo stesso nemmeno di una ricetta proibitiva. Devi soltanto avere pazienza e seguire le nostre indicazioni. Otterrai un risultato senza dubbio eccellente!

Brasato al Barolo

Ingredienti

1 kg di scamone, reale o cappello del prete, 1 bottiglia di Barolo, carote, sedano, scalogno, cipolla, bacche di ginepro, noce moscata, chiodi di garofano, alloro, rosmarino, olio extravergine di oliva, burro, sale, pepe, 1 cucchiaio di farina

Preparazione

Nella lista degli ingredienti manca quello principale: il tempo! Per ottenere un buon risultato occorre preparare una marinatura e lasciare in infusione la carne almeno una notte. Ricorda: più tempo la carne resterà in infusione, più buono sarà il brasato!
Iniziamo: all’interno di un ampio recipiente taglia a cubetti la verdura, aggiungi le spezie e infine la carne (noi suggeriamo il cappello del prete, ma gli altri tagli indicati andranno bene ugualmente). Copri con il Barolo e lascia riposare per una notte intera (qualche ora in più va benissimo). Trascorso il tempo di marinatura indicato, scola la carne e asciugala, infarina grossolanamente e metti in una casseruola dal fondo spesso con un paio di cucchiai di olio extravergine di oliva e una noce di burro.



Fai rosolare da tutti i lati: questo passaggio è molto importante! La rosolatura crea una barriera esterna, e impedisce ai succhi interni di fuoriuscire privando la carne di gusto e di importanti sostanze nutritive. Una volta colorita la parte esterna, unisci la marinata con le verdure, poi aggiungi un pizzico di sale, copri e lascia cuocere a fuoco molto basso per 3 ore. Controlla di tanto in tanto, aggiungendo se necessario un po’ di vino e un po’ di brodo di carne.
A cottura quasi ultimata, togli le verdure e schiacciale con una forchetta all’interno di un colino; unisci quindi al sugo di cottura. Se trovi che la salsa sia troppo liquida, aggiusta con un cucchiaio raso di farina o, se preferisci, una noce di burro. Terminata la cottura, lascia raffreddare, poi taglia la carne a fette, rimetti in casseruola e servi dopo aver scaldato a dovere questo secondo piatto delizioso. Il contorno ideale per il brasato al Barolo è la polenta; non ne serverirà moltissima, bastano pochi cucchiai per esaltare il sapore della carne e del sensazionale sugo di cottura.
Con quale vino servire il brasato? Con il Barolo, ovviamente! Non resta che augurarti buon appetito: la tua tavola sarà davvero regale con un piatto, e un vino, così importanti!

Ph. credits: food52.com | magodaspanelas.com | eat.snooth.com