Pausa pranzo a lavoro? 3 menu per fare il pieno di energia

Dimentica i pasti consumati in piedi al bar: la pausa pranzo avrà un sapore diverso con i nostri suggerimenti. Prepara la schiscetta e scopri 3 menu veloci e buonissimi!

Data Pubblicazione: 19/04/2017

Mano alla schiscetta: è tempo di preparare il menu per il pranzo in ufficio! Se non sai di che cosa stiamo parlando, la schiscetta è il contenitore all’interno del quale si sistemano le pietanze per il pranzo a lavoro. Era molto usata fino a qualche anno fa; il suo nome deriva dal termine dialettale lombardo “schisciaa”, che significa pressato. In effetti se non scegli un box di qualità, le pietanze rischiano di essere… schiacciate!

Per prima cosa procurati un lunch box di un materiale resistente, adatto all’uso in microonde. Meglio scegliere contenitori a più scomparti, per mantenere separate le vivande. Ricorda anche una tovaglietta e tovaglioli di carta, e le posate!

E ora scopriamo i menu firmati Giordano!

1 – Tabbouleh (insalata mediorientale) e Mini Tiramisù

Giordano Vini, Menu da lavoro: Tabbouleh

Questo è un menu freschissimo, particolarmente adatto in primavera ed estate. Aggiungi sempre una porzione di frutta: una mela o una pera saranno la perfetta conclusione di questo pasto esotico.

Tabbouleh

Ingredienti

1 gamba di sedano, 1 peperone, 1 cetriolo, 1 limone, pomodori secchi sott'olio, prezzemolo, menta, 150 g di burghul, olio extravergine di oliva, sale e pepe

Preparazione

Fai bollire circa 2 litri e mezzo di acqua salata, togli dal fuoco, aggiungi il burghul, copri e lascia riposare per 30 minuti: in questo modo il burghul assorbirà l’acqua, cuocendo e gonfiandosi. Lava la verdura in acqua e limone, monda il peperone eliminando picciolo e le nervature bianche interne. Scola, asciuga e affetta finemente. Prepara un’emulsione di olio e limone (2 parti di limone e 1 di olio extravergine di oliva). Unisci gli ingredienti: copri con l’emulsione e un trito di menta e prezzemolo, mescola e il tuo piatto è pronto.

Mini Tiramisù

Ingredienti

2 savoiardi, caffè, cacao in polvere amaro, ricotta, 1 tuorlo, zucchero, liquore amaretto

Preparazione

Mescola tuorli e zucchero fino a ottenere una crema vellutata, unisci la ricotta e un paio di cucchiai di liquore. Continua a lavorare fino a quando non ti sembrerà di aver ottenuto un composto omogeneo. Prepara il caffè e versalo in una coppa. Taglia a pezzi i savoiardi, passali nel caffè, poi forma un primo strato sul fondo di una tazzina. Copri con la crema, ripeti l’operazione fino a quando non avrai esaurito gli ingredienti. In cima metti gli ultimi cucchiai di crema e spolvera con cacao amaro. Copri con pellicola per alimenti.

2 – Minestrone (quasi) alla genovese e Paste di Meliga

Giordano Vini, menu minestrone

Puoi consumarlo freddo in estate, tiepido o caldo in inverno: il minestrone alla genovese è versatile e nutriente. E che dire dei biscotti? Fragranti e profumati, puoi mangiarli anche a colazione! Frutta consigliata? Arancia o mandarini.

Minestrone (quasi) alla genovese

Ingredienti

1 patata, 1 zucchina, 1 cipolla, 1 porro, piselli, piselli, pecorino, pesto, fagioli borlotti, biete, 1 gamba di sedano, olio extravergine di oliva, sale

Preparazione

Lava tutta la verdura e taglia a tocchetti. Se vuoi utilizzare i borlotti, ricorda di metterli in ammollo la sera prima e di sciacquarli prima di unirli agli altri ingredienti. Metti in una pentola 4 cucchiai di olio extravergine di oliva, unisci verdure e fagioli, tenendo da parte le biete. Fai soffriggere fino a quando la cipolla non sarà dorata; unisci quindi l’acqua e cuoci a fuoco lento per 2 ore e mezza. Pochi minuti prima di togliere dal fuoco, unisci le biete e un paio di cucchiai di pesto. Aggiungi il pecorino grattugiato e metti da parte una dose generosa di minestrone per pranzo!

Il dolce? Già pronto: le nostre Paste di Meliga sono ottime sia per un dopo pranzo leggero e sfizioso, sia per la colazione. Siccome non le mangerai tutte dopo pranzo… hai la nostra autorizzazione per metterli in tavola a colazione!

3 – Frittata di zucchine e gamberetti e Ciambelline al vino Nebbiolo

Giordano Vini, menu frittata

Un classico: puoi servirla fredda, a cubetti, realizzando spiedini insieme a pomodori e formaggio, arrotolata con un ripieno di ricotta ed erbette… insomma, la frittata è davvero una sorpresa in cucina. E con le speciali Ciambelline, chiuderai il pasto con il profumo di un ottimo vino di Langa! Frutta? Approfitta di una primizia di stagione, concludi con delle fragole carnose e aromatiche.

Frittata di zucchine e gamberetti

Ingredienti

4 zucchine, 150 g di gamberetti sgusciati, 5 uova, olio extravergine di oliva, sale e pepe

Preparazione

Lava le zucchine, poi affettale con una mandolina. Soffriggile in padella con 4 cucchiai d'olio per un paio di minuti, mescolando con un cucchiaio, poi aggiungi i gamberetti e copri con un bicchiere di vino bianco (prova con il "Fiori Chiari" Toscana Bianco). Fai evaporare, aggiungi acqua e continua a stufare le zucchine in padella, coprendola con un coperchio. Mescola le uova in un ampio recipiente, lavorandole con una frusta fino a quando non avrai ottenuto un composto omogeneo. Aggiungi un pizzico di sale; versa le uova su zucchine e gamberetti e continua a cuocere, sempre coprendo la padella. Controlla la cottura: quando l’uovo ti sembrerà rappreso in superficie, gira la frittata aiutandoti con il coperchio. Termina la cottura, fai raffreddare e goditi un pranzo che farà invidia a tutti i tuoi colleghi!

Le Ciambelline al vino Nebbiolo Giordano sono friabili, dolci al punto giusto e hanno un inconfondibile profumo di vino. Difficile resistere al loro goloso richiamo!

Photo credits: jakub_hla , stu_spivack e PineappleAndCoconut via VisualHunt / CC BY-SA