La cucina delle nostre mamme: 3 ricette sfiziose (e con quali vini abbinarle)

La mamma è sempre la mamma: e la cucina delle mamme ha quel delizioso profumo che sa di infanzia, di coccole e di piatti deliziosi! Ne abbiamo scelti 3, ricette della tradizione che tutti noi almeno una volta nella vita abbiamo avuto la fortuna di assaggiare. Ciascun piatto rappresenta un pezzo d’Italia e, per lasciar da parte i luoghi comuni, abbiamo proposto un abbinamento con vini insoliti. Quest’anno ti metterai ai fornelli per regalare a tua mamma una festa davvero speciale?

Le ricette

Cotoletta alla milanese

Giordano Vini suggerisce: Cotoletta alla milanese e Rosato Puglia

Ingredienti

Costolette di vitello, farina, 2 uova, pane raffermo, burro, sale

Preparazione

Dimentica il batticarne: la vera cotoletta si prepara senza appiattire il vitello. Elimina eventuali frammenti d’ossa dalle costolette. Grattugia il pane raffermo, poi prepara tre ciotole. All’interno della prima disponi la farina, nella seconda sbatti uova e sale, nell’ultima raccogli il pane grattugiato.

Passa la carne prima nella farina, poi nell’uovo sbattuto e infine nel pane, avendo cura di premere con decisione per far meglio aderire la panatura.

Scalda il burro in un tegame, cuoci le costolette impanate fino a farle dorare su entrambi i lati. Fai scolare su carta assorbente, poi aggiungi un pizzico di sale e servi ancora calde.

Con quale vino servirla

Accompagna le cotolette con un Rosato Puglia: fresco e fragrante, questo vino ha un’esuberante anima mediterranea che riesce a creare un equilibrio di sapori perfetto con la consistenza croccante e morbida delle cotolette alla milanese.

Ribollita toscana

Giordano Vini propone Ribollita toscana e Grignolino

Ingredienti

1 cavolo nero, sedano, fagioli cannellini, patate, passata di pomodoro, 2 carote, 1 cipolla, pomodorini, 2 zucchine, pane raffermo, olio extravergine di oliva.

Preparazione

Velocissima da preparare, richiede un po’ di pazienza in fase di cottura. Per ottenere un buon risultato occorre cuocere questa zuppa per almeno due ore.

Inizia a preparare gli ingredienti: taglia a rondelle la cipolla, a spicchi i pomdorini e infine riduci a tocchi le altre verdure. Taglia a fette il pane raffermo e metti da parte; servirà per i crostini che andremo a preparare alla fine. Scola i fagioli cannellini (sì, eccezionalmente puoi utilizzare quelli in scatola!).

Versa 3 cucchiai d’olio in una pentola dal fondo spesso, aggiungi la cipolla e fai scaldare. Quando sarà dorata, inizia a versare le altre verdure seguendo quest’ordine: carota, sedano e pomodorini. Cuoci per una decina di minuti con il coperchio a fuoco vivace. Aggiungi quindi le patate. Trascorsi 10 minuti, incorpora cavolo nero e verza spezzettati. Continua a cuocere. Incorpora i fagioli, tenendone da parte circa metà. Butta in pentola anche le zucchine, poi copri e continua la cottura.

A parte fai scaldare i fagioli in un tegame, schiacciali con una forchetta fino a ottenere una crema, aggiungi la passata di pomodoro e fai asciugare leggermente a fuoco lento.

Quando la passata di pomodoro e fagioli sarà pronta, unisci alle verdure.

Prepara intanto i crostini di pane, al forno o in padella: disponili nei piatti primi di versare la Ribollita finalmente cotta. Sarà un tripudio di sapori contadini!

Con quale vino servirla

Verdure e legumi si sposano alla perfezione con un Grignolino Piemonte DOCvino dalla intensa forza aromatica, con tannini leggeri e giusta acidità. Piemonte e Toscana si incontrano in un abbraccio di sapori che ti conquisterà!

Impepata di cozze

Giordano Vini propone Impepata di cozze e Soave

Ingredienti

1 kg di cozze, aglio, 1 bicchiere di Soave, pepe nero, prezzemolo, olio extravergine di oliva

Preparazione

Pulite con cura le cozze (o, meglio ancora, chiedi al pescivendolo di farlo al posto tuo!). Elimina la barba dal guscio e raschia via eventuali residui con una spugnetta di alluminio o il dorso di un coltello. Effettua quest’operazione sotto acqua corrente fredda.

Pulisci e schiaccia con un coltello 2 spicchi d’aglio, poi mettili in una pentola dai bordi alti con 4 o 5 cucchiai d’olio extra vergine. Fai scaldare a fuoco lento fino a quando l’aglio non sarà dorato, poi unisci le cozze e continua la cottura per qualche minuto. È il momento di sfumare con il Soave: aggiungi un bicchiere di vino e fai evaporare. Cuoci a fiamma vivace fino a quando non noterai che tutti i gusci siano ben aperti.

Se vuoi rendere il piatto ancora più appetitoso, servilo crostini di pane dorati!

Con quale vino servirla

Continua il nostro wine pairing fuori dagli schemi: per questo piatto partenopeo apprezzato in tutta Italia ci vuole un bianco di carattere. Stappa un Soave, elegante e profumato portabandiera del Veneto. Freschezza e acidità ben bilanciate saranno in perfetta armonia con le cozze, e la struttura importante renderà ancora più piacevole questo piatto semplice, ma robusto.

Photo credit: simpleprovisions via Visualhunt / CC BY