Libelia, il vino... che non è vino!

Entra nel catalogo Giordano un mosto d’uve parzialmente fermentato bianco e stuzzicante: non un vino, non un succo d’uva, una terza via alla vinificazione per un consumo fresco e spiritoso

Data Pubblicazione: 02/01/2019

La vinificazione è un processo dai contorni magici: si prende un frutto, l’uva, e lo si trasforma in una bevanda inebriante, con tali e tanti diversi tipi di esito che elencarli tutti sarebbe impossibile. Eppure non sono soltanto i vini a lasciare le Cantine, a volte anche altri prodotti realizzati con le medesime materie prime finiscono per arrivare sulle nostre tavole. È il caso del Mosto d’uve parzialmente fermentato: il mosto, principalmente costituito da zuccheri e acqua e ricavato dalla pigiatura meccanica delle uve, non subisce l’intero processo di fermentazione, quello che trasforma in alcol gli zuccheri, ma viene fermato in una fase iniziale. Il risultato è una bevanda gradevolmente vinosa nei profumi, dai netti richiami di frutta, leggero e fresco.

Ecco 4 buoni motivi per assaporare il nostro Libelia.

Libelia: 4 buone ragioni per assaggiarlo subito!

1 – Se 5 gradi vi sembran troppi…

Libelia, mosto d'uve parzialmente fermentato, è fresco, gradevole e leggero

Un aperitivo perfetto è quello durante il quale non ti senti in dovere di controllare costantemente ora e bicchieri. Se il tempo passa e le bottiglie si svuotano è certo una festa, a patto di non dover salire in macchina subito dopo! Con Libelia si può brindare in totale serenità: una gradazione alcolica di soli 5° consente di fare il bis in tranquillità…. Soprattutto se decidi che la location della festa è casa tua!

2 – Strawberry Fields Forever

Libelia, mosto d'uve parzialmente fermentato, con le fragole: abbinamento divino

La frutta fresca è spesso un abbinamento vincente con i vini da dessert. Per il Libelia abbiamo addirittura scomodato i Beatles: come suggerisce il titolo di una canzone celeberrima, le fragole sono un accostamento irresistibile per il nostro Libelia. Succose e leggermente acidule, bilanciano la dolce spigliatezza del nostro vino-non-vino e creano armonie sensuali e conturbanti. Non ci credete? Let us take you down ‘Cause we’re going to Strawberry Fields… with Libelia, cambierete idea in un secondo!

3 – Un buon punto di partenza per…

Libelia, mosto d'uve parzialmente fermentato: ottima base per i tuoi drink più leggeri e ispirati

Strepitosi cocktail a base di succo d’arancia, o pesca. Utilizza succhi di frutta naturali, con pochi zuccheri, e arricchiscili con il gusto del nostro Libelia. Mescola con un cucchiaino lungo (o stir) e servi freschissimo. Un’idea per accompagnare questo aperitivo sfizioso? Un pairing dolce – salato per la versione del tuo cocktail con Libelia e succo d’arancia: Sfoglie classiche con mousse di salmone. Un must per Happy Hour di successo!

4 – Per contrastare il malumore nelle buie giornate invernali

Libelia, mosto d'uve parzialmente fermentato: perfetto  per regalare sorrisi anche nelle più cupe giornate invernali

Diciamo la verità: queste cortissime giornate durante le quali sembra che il sole non abbia intenzione di sorgere e che abbia sempre troppa fretta di tramontare non sono il massimo per l’umore. Soprattutto per spiriti mediterranei come noi. Come superare quei momenti no dovuti alla stagione? Semplice: con un pizzico di gusto (e di luce) che possano restituire energia. E il nostro Libelia è esattamente quello che ci vuole! Ottimo come dissetante, accompagna con classe piccola pasticceria e biscotti, per un dolce momento di piacere pomeridiano, e al tempo stesso non disdegna di diventare protagonista di aperitivi memorabili. Insomma, un piccolo gioiello adatto a ogni circostanza!