Pandoro VS Panettone: chi vincerà la sfida del Natale?

Mettiamo a confronto questi due deliziosi dolci di Natale: il Pandoro e il Panettone. Alcune curiosità su questi tradizionali dessert, e un piccolo consiglio per gli abbinamenti

Data Pubblicazione: 20/11/2019

Il Panettone e il Pandoro sono i simboli delle feste natalizie: già a partire da novembre riempiono gli scaffali dei negozi e dei supermercati e c'è chi non riesce ad aspettare la sera di Natale per mangiarli!
Tuttavia il dubbio che sorge sempre spontaneo è: meglio Panettone o Pandoro? Vediamo insieme le differenze e la storia di queste due prelibatezze.

Pandoro e Panettone: irresistibili dolci di Natale

Come sono nati il Panettone e il Pandoro

Pandoro VS Panettone: come sono nati questi dolci classici del Natale?

Per quanto riguarda il Panettone, le storie riguardo le sue origini sono davvero tante. La più accreditata sembra quella legata al cuoco al servizio di Ludovico Il Moro.
Il cuoco aveva infatti l'incarico di preparare un sontuoso pranzo di Natale per gli ospiti: tutto andò secondo i piani, a parte il dolce, che per una disattenzione si bruciò. È qui che intervenne Toni, il garzone, che sostitui il dolce bruciato con del pane condito all'ultimo momento con ciò che aveva a disposizione, ovvero la frutta secca. La corte apprezzò particolarmente la sua ricetta e il dolce in seguito venne replicato e chiamato Pan del Toni, da cui Panettone.

Esistono molte storie anche in merito alla nascita del Pandoro. La prima rimanda alle origini della ricetta stessa, che si possono trovare addirittura nell'antica Roma: il primo a menzionare un dolce simile al Pandoro fu Plinio il Vecchio, in uno scritto del primo secolo d.C., parlando di un cuoco che preparò un panis con fiori di farina, burro e olio.
La seconda storia riguarda la tradizione che c'era in Veneto di ricoprire i dolci con foglie d'oro: tra questi cibi c'era appunto un dolce di forma conica chiamato Pan de oro.

Differenze tra i due dolci di Natale

Pandoro VS Panettone: differenze tra questi due dolci tipici

Il Panettone presenta una forma tonda, con una crosta un po' spessa, mentre il Pandoro ha la tipica forma stellata: l'esterno è più scuro dell'interno e viene servito con lo zucchero a velo.
Anche gli ingredienti sono molto diversi. Il Panettone è arricchito da uvetta o frutta candita, mentre il Pandoro dovrebbe essere preparato sempre con aroma di vaniglia.

Chi vincerà la sfida tra Pandoro e Panettone?

Pandoro VS Panettone: quale scegliere?

Non è facile rispondere, ma possiamo dire che chi sceglie il Pandoro è una persona dal palato fine, che non ama particolarmente i canditi e l'uvetta e probabilmente crede anche che, non essendo farcito, abbia meno calorie. Niente di più sbagliato: in fatto di calorie i due dolci si equivalgono, pur cambiando gli ingredienti alla base della ricetta.
Che dire di chi invece preferisce il Panettone? Si tratta di un dessert buono e con meno calorie (anche se la differenza non è enorme), però non ha lo zucchero a velo. Un ingrediente delicato e dolcissimo, che fa la differenza!

Scherzi a parte, questi dolci sono entrambi deliziosi e vanno accompagnati con un buon vino. Il Moscato, ad esempio, grazie al gusto profumato ed elegante sarà perfetto per esaltare il Pandoro veronese.
Per il Panettone la scelta ricade sull'Asti Spumante DOCG che grazie alla sua profumazione e alle bollicine fini aiuterà a spezzare la dolcezza del Panettone stesso.

E tu, quale preferisci tra questi due dolci di Natale? Condividi il post sui social per sapere anche l'opinione dei tuoi amici!