La ricetta della Torta Pasqualina

Portarla in tavola a Pasqua è quasi un obbligo: la Torta Pasqualina è un piatto buono e sostanzioso, frutto della tradizione culinaria ligure. Ecco la ricetta e un consiglio per il vino da abbinare.

Data Pubblicazione: 05/04/2017

Uno dei segreti del successo della Torta Pasqualina? Puoi servirla calda o fredda: ottima durante il pranzo di Pasqua, irresistibile per la scampagnata di Pasquetta! Piatto tradizionale della Liguria, questa torta salata è un po’ lunga da preparare, ma molto buona e di sicuro effetto. È un classico del pranzo di Pasqua, grazie a ingredienti facili da reperire in Primavera. Abbiamo scelto la versione tradizionale: segui le nostre indicazioni e preparati a ricevere i complimenti di tutti i commensali!

Torta Pasqualina

Giordano Vini presenta: la ricetta della Torta Pasqualina

Ingredienti

2 rotoli di pasta brisè, 1 kg di biete (o spinaci), 250 g di ricotta, 5 uova, parmigiano grattugiato, maggiorana, sale

Preparazione

Lava le verdure ed elimina le foglie rovinate; sciacquale più volte, fino a quando l’acqua che usi non sarà completamente trasparente. Quando saranno pulite trasferiscile ancora umide in una pentola e inizia a farle stufare a fuoco lento. Tieni chiusa la pentola: in questo modo le verdure cuoceranno nella loro stessa acqua e il risultato finale sarà molto saporito. Fai cuocere per una 5 o 6 minuti, poi togli dal fuoco e scola. Trita finemente e lascia raffreddare.

Quando le verdure saranno intiepidite, unisci la ricotta, 1 uovo, il sale, il parmigiano grattugiato e la maggiorana tritata. Amalgama gli ingredienti con cura, fino a quando non avrai ottenuto un impasto omogeneo.

Quest’anno ti abbiamo reso le cose più semplici: potrai utilizzare della pasta brisè già pronta, facilmente reperibile in tutti i supermercati! A differenza della sfoglia non contiene uova: è più simile all’impasto originale della Torta Pasqualina.

Stendi un foglio di pasta brisè su fondo e lati di una teglia dai bordi alti. Copri con la crema di ricotta e verdure. Aiutandoti con un cucchiaio, crea 3 solchi nell’impasto sufficientemente grandi da accogliere un uovo ciascuno. Apri 3 uova e versale nei fori, cercando di evitare che i tuorli si rompano. Copri con il secondo foglio di pasta brisè; unisci i due dischi di pasta esercitando una leggera pressione sui bordi. Rompi un uovo, separa tuorlo e albume. Mescola l’albume con una frusta. Spennella con l’albume, poi metti in forno già caldo a 180° per circa 40 minuti. Controlla che la pasta sia dorata in modo uniforme prima di sfornare!

Servi tiepida, o se preferisci fredda.

Quale vino abbinare?

Ti suggeriamo un bianco e un rosato: a te la scelta! Versa un Imperante Vino Bianco d'italia ai tuoi ospiti: il sapore amarognolo delle biete, stemperato dalla leggera e cremosa dolcezza della ricotta, ben si accompagna al ricco bouquet dell'Imperante, creando una perfetta alchimia. Se preferisci un rosé, scegli un Rosato Primitivo Puglia, un vino fresco e profumato, affianca con carattere la Torta Pasqualina grazie al corpo morbido e fruttato.

Ph. credits: lericettedimammagy.ifood.it