Pranzo in spiaggia? 3 ricette da provare

Vacanze in riva al mare: ottima scusa per sperimentare freschissime ricette per un veloce pranzo in spiaggia. Ecco 3 piatti perfetti, gustosi e semplici da preparare

Data Pubblicazione: 04/07/2019

Estate: tempo di sole, mare e pranzi in spiaggia! Certo, il rischio di replicare la classica insalata di riso è dietro l’angolo. Perché non approfittare di queste giornate di relax per preparare nuovi piatti, veloci da preparare e soprattutto freschissimi? Ne abbiamo scelti 3. E ovviamente abbiamo pensato anche a un vino perfetto per accompagnarli.

Il menu perfetto per un pranzo in spiaggia

Chips di zucchine

Chips di zucchine: un antipasto easy e insolito

Ingredienti

6 zucchine, sale

Preparazione

Lava le verdure, asciugale e riducile a rondelle con una mandolina, ricavando fette sottili. Disponi su un vassoio e lascia riposare per un paio d’ore (in questo modo si libereranno dell’acqua in eccesso). Trasferisci le zucchine affettate in una teglia foderata con carta da forno. Non è ancora il momento di salarle: attendi quasi la fine della cottura, per evitare un’eccessiva disidratazione con conseguente perdita di sapore e di nutrienti.

Inforna le rondelle di zucchine a 100° per circa 30 – 40 minuti, fino a quando non ti sembreranno dorate e croccanti. Salale dopo 15 – 20 minuti, e il risultato sarà soprendente.

Cous cous con verdure

Cous cous con verdure, con preparazione a freddo

Ingredienti

160 g di Cous cous precotto, 1 cipollotto, 1 zucchina, zenzero fresco, 1 limone, 1 peperoncino, 4/5 pomodori ciliegino, 100 g di feta, prezzemolo, menta, olio EVO e sale

Preparazione

Il classico Cous cous che troviamo al supermercato è precotto: l’utilizzo di acqua calda è utile a rendere più veloce la preparazione, ma non è indispensabile. Soprattutto in Estate, la semola può essere preparata con acqua fredda. Il risultato ti stupirà: i chicchi saranno croccanti e saporiti!

Lava e monda le verdure. Affetta il cipollotto e taglia in 4 parti i pomodorini. Affetta finemente le zucchine, poi falle saltare in padella per 1 – 2 minuti con un filo d’olio e una presa di sale. Utilizza una mandolina per ottenere fette molto sottili: cuoceranno rapidamente mantenendo una consistenza lievemente più croccante.

Grattugia la radice di zenzero (ricava un cucchiaio colmo di scaglie), poi trita finemente prezzemolo e menta.

Taglia a cubetti il formaggio.

Versa in un recipiente il Cous cous, copri con acqua fredda per il doppio del suo peso. Spremi mezzo limone, aggiungi un pizzico di sale e un filo d’olio, mescola e unisci al Cous cous. Copri e lascia riposare per circa mezz’ora.

Trascorso il tempo indicato, sgrana i chicchi con una forchetta, unisci le verdure, condisci con olio EVO (e a piacere Aceto balsamico). Aggiungi infine il trito di prezzemolo e menta. Mescola e conserva al fresco fino a quando non sarà ora di pranzo!

Panino con spada affumicato

Un panico con spada affumicato e verdure: godurioso!

Ingredienti

Pesce spada affumicato (3 – 4 fette), 1 peperone, 1 porro, rucola e olio EVO

Preparazione

Monda il peperone, cuoci in forno a 150° per circa 15 – 20 minuti; lascia intiepidire, poi spellali. Riducili a striscioline e tieni da parte. Monda il porro e incidi la testa con due tagli a croce. Strofina il porro sulle pareti interne di una ciotola, poi riducilo a pezzetti. Metti i peperoni affettati nel recipiente, copri con olio e lascia macerare per mezz’oretta circa.

Scegli pane siciliano, o un panino dalla crosta croccante. Taglia a metà e farcisci: qualche foglia di rucola, le fette di spada affumicato, le fettine di peperone e infine la rucola. Copri con un filo d’olio EVO e chiudi il panino.

Quale vino servire

Il pescespada ha un sapore intenso, reso ancora più forte dall’affumicatura. Tra i sapori del nostro menu, spiccano aromi, spezie e condimenti gustosi: per questo motivo è bene scegliere un vino di carattere, che sappia affiancare i piatti senza coprirne le sfumature e riuscendo al contempo a non essere oscurato dalle pietanze. Suggeriamo un Cortese: direttamente dal Piemonte un vino bianco fresco e morbido, ampio nelle note odorose e di piacevolissima beva.

Conservalo in una borsa termica capiente: una fascia refrigerante può essere un valido strumento per non compromettere il piacere dell’assaggio. E non scordare il cavatappi!