Un Menu da vero Gourmet: Funghi e Tartufi in cucina

L’Autunno in cucina profuma di Funghi e Tartufi, protagonisti di piatti dal sapore intenso e inconfondibile. Vuoi viziare i tuoi ospiti con un menu dai profumi autunnali? Ecco tutto quelle che occorre!

Data Pubblicazione: 16/10/2018

Funghi e tartufi rappresentano per i gourmet due ingredienti pregiati, ma non solo: sono due buoni motivi per accogliere di buon grado l’Autunno. Il sapore ricco di personalità, inconfondibile e godurioso di funghi e tartufi rende unici i piatti e semplicemente sublimi eventuali accostamenti con i giusti vini.

Hai già organizzato una cena in famiglia, o con gli amici, per dare il benvenuto all’Autunno? Ecco tutto quello che occorre per un preparare un menu da intenditore!

Menu d’Autunno

Antipasto

Funghi alla Brace

Con Funghi Sott'olio alla Brace scegli un Grillo Sicilia DOC

I Funghi alla Brace sono un ottimo modo per aprire una cena dedicata ai sapori d’autunno. Ottimi come stuzzicante antipasto, sono irresistibili consumati da soli, ma risultano insuperabili accanto a salumi e formaggi erborinati. Un modo alternativo per servirli? Tritali finemente e uniscili a una ricotta fresca di capra. Il profumo pungente del formaggio e le note speziate delle erbe aromatiche si sposano alla perfezione, creando un armonico insieme. Con la crema ottenuta puoi guarnire crostini di pane, realizzando un goloso hors-d'oeuvre.

Vino

La polpa carnosa dei Funghi alla Brace, insaporiti con erbe aromatiche e resi ancora più intensi dall’olio di oliva dentro il quale sono conservati, richiede delicatezza: un bianco aromatico può essere la scelta migliore, soprattutto in apertura di Menu. Consigliamo un Grillo Sicilia DOC, elegante ed espressivo. Sentori floreali e corpo di media struttura regaleranno piacevoli sensazioni e alchimie da Chef. 

Tip

Servi i Funghi alla Brace leggermente tiepidi: saranno ancora più gustosi. Il calore ammorbidisce i funghi e ne esalta profumi e gusto. 

Primo

Tagliatelle al tartufo

Con le Tagliatelle al Tartufo azzarda una Barbera d'Asti DOCG

La pasta fresca profuma di antiche tradizioni, di piaceri che fanno tornare con la memoria alla cucina delle nostre nonne. Superfici ruvide, consistenza importante e impasto saporito sono gli ingredienti chiave delle Tagliatelle, che vengono aromatizzate con il tartufo direttamente nell’impasto. È sufficiente aggiungere una noce di burro e una spolverata di Parmigiano Reggiano giovane per trasformare un primo semplicissimo da preparare in un’esperienza da ristorante stellato. E se vuoi davvero regalare emozione, aggiungi un cucchiaio della nostra salsa La Tartufata: pura estasi, semplicemente travolgente!

Vino

Il tartufo non conosce misura: il suo caratteristico profumo rischia di azzerare qualsiasi altro sapore gli venga posto accanto. E non solo nel piatto! Se scegli di servire un primo importante come questo, meglio optare per un rosso strutturato, che sappia ritagliarsi uno spazio senza cedere sotto il peso di un vicino tanto buono quanto ingombrante. Scegli il Barbera d’Asti DOCG, un rosso piemontese di carattere: complice la provenienza (il Piemonte ha nella propria cucina tradizionale il tartufo da generazioni), questo vino sa come contenere l’esuberanza del tartufo, contribuendo a mitigarne l’irruenza esaltandone suggestioni e peculiarità.

Tip 

Un buon piatto di Tagliatelle al Tartufo non può prescindere da una generosa dosa di formaggio aggiunta sulla pasta fumante. Scegli Grana Padano o Parmigiano Reggiano, giovani possibilmente: una lunga stagionatura conferisce toni affumicati e una concentrazione di aromi, che rischierebbero di fare letteralmente a pugni con il tartufo!

Secondo

Stinco Arrosto

Con lo Stinco Arrosto stappa un vigoroso Soleato Rosso Giordano

A rendere unico lo Stinco Arrosto, oltre a una selezione accurata della carne e alla sgrassatura scrupolosa, sono gli aromi che ne accompagnano la lenta e lunga cottura. Un trito di erbe aromatiche e spezie che ingentilisce il sapore e permea la carne di pungenti sapori. Un secondo robusto, perfetto per una cena dedicata ai sapori d’autunno. Servito con patate al forno, o verdure saltate in padella, è un piatto al quale è impossibile dire di no. 

Vino

Per un secondo di peso, un rosso deciso. Soleato Giordano, esclusiva etichetta delle nostre Cantine. Un blend che i nostri Wine Makers hanno perfezionato vendemmia dopo vendemmia, consegnando all’appassionato un vino che raggiunge naturalmente i 15°. Sontuoso, vigoroso e schietto: compagno ideale di una pietanza dedicata a chi ama i forti sapori della tradizione.

Tip

Per rendere lo Stinco Arrosto semplicemente irresistibile, dopo la cottura in acqua bollente scolalo e passalo in forno per una decina di minuti. Seleziona la funzione grill: la crosticina dorata che si formerà aumenterà in modo esponenziale il piacere di assaporarlo!

Dessert

Tartufi alla nocciola

Brunella Rosé e Tartufi Bianchi e Neri alla nocciola: conclusione dolcissima

Immagina una gentile nocciola tostata, croccante e delicata al punto giusto. Ora immagina una cremosa cascata di cioccolato, che ricopre e colora le nocciole racchiudendole in un morbido, irresistibile guscio tutto da assaporare. E ora regalati un assaggio di deliziosi Tartufi Bianchi e Neri alla Nocciola! Un dessert che diventa momento giocoso, dove piccoli peccati di gola si presentano ai golosi in bocconi invitanti e profumati. Non il classico dolce: qualcosa di molto più stuzzicante!

Vino

Chiudiamo con un Rosé: dolce etichetta delle Cantine Giordano da moltissimi anni, un piccolo gioco di rimandi ai più diffusi vini dolci italiani intessuto abilmente dai nostri Wine Makers. Un sorso di Brunella Rosé è una carezza lieve che solletica il palato e rende ancora più goduriosa l’esperienza del dessert che abbiamo scelto.

Tip

I Tartufi Bianchi e Neri alla Nocciola possono essere serviti anche per un tè pomeridiano: scegli il Tè Pu’er, coltivato nella provincia cinese dello Yunnan. Burroso, dolce e molto aromatico, accompagna in modo sublime i Tartufi Bianchi e Neri alla Nocciola, contribuendo a rendere speciale una rilassante pausa nel tepore di casa.