Il tuo Menu di Natale firmato Giordano

Abbiamo selezionato le migliore ricette per un Menu di Natale semplicemente irresistibile. Dall’Antipasto al Dolce tutto per cambiare il volto (e il gusto) alla tavola delle feste.

Data Pubblicazione: 19/12/2018

Allaccia il grembiule, prepara stoviglie ed elettrodomestici, tira fuori tutti gli ingredienti e fai partire una playlist con le carole più emozionanti: è ora di preparare il Menu di Natale. Quest’anno abbiamo scelto per te ricette semplici, di sicuro effetto e gustosissime, e i migliori vini da servire in abbinamento. Iniziamo a preparare il nostro Menu di Natale?

Menu di Natale 2018

Antipasti

Menu di Natale: quali sono gli antipasti migliori, ricette e abbinamenti

Tartine con caprino e cipolline caramellate

Ingredienti

500 g di cipolline borettane, olio EVO, 1 bicchiere d’acqua, 1 cucchiaio di zucchero di canna, aceto balsamico di Modena, sale, 6 tomini di capra, 6 cracker integrali

Preparazione

Monda le cipolline borettane, elimina lo strato più esterno, quindi metti in un tegame con un filo d’olio. Fai dorare leggermente per un paio di minuti, quindi unisci l’acqua, l’Aceto Balsamico, lo zucchero e un pizzico di sale. Cuoci a fuoco vivace per 25 – 30 minuti, avendo cura di porre un coperchio sul tegame. Fai raffreddare.

Affetta le cipolline in listelle sottili, poi trasferiscile in un recipiente dentro il quale avrai raccolto il sugo di cottura. Assembla ora le tartine. Utilizza il cracker come base, poggia sopra un tomino di capra e un cucchiaio di cipolline caramellate. Se vuoi ottenere un risultato ancora più saporito, utilizza le nostre Cipolline Borettane in Aceto Balsamico di Modena: cuoceranno più in fretta (circa la metà del tempo indicato) e avranno aromi molo più intensi.

Straccetti di salmone affumicato al profumo di arancia e aneto

Ingredienti

8 fette di salmone affumicato, 2 arance, aneto, olio EVO, zucchero, aceto balsamico di Modena, sale e pepe

Preparazione

Taglia a strisce le fette di salmone affumicato e trasferiscile in una ciotola ampia. Spremi le arance, raccogli il succo e versalo in una coppetta. Aggiungi qualche goccia di Aceto Balsamico di Modena, un pizzico di zucchero e il sale. Mescola con una frusta, incorporando l’olio EVO a filo. Dovrai utilizzare 3 parti di olio per ogni parte di succo d’arancia. Quando l’emulsione avrà raggiunto una consistenza cremosa, versala sugli straccetti di salmone e riponi in frigo per almeno un paio d’ore. Prima di servire, scola e asciuga le fette di salmone, copri con l’aneto e una spolverata di pepe nero.

Crema di gorgonzola con noci e composta di pere

Ingredienti

Gorgonzola piccante 150g, 25ml di panna da cucina, noci sgusciate, qualche cucchiaio di composta di pere, 1 noce di burro e pane di segale

Preparazione

Scalda a bagnomaria il formaggio, fino a quando non sarà morbido e facile da lavorare. Unisci la panna da cucina. Utilizza una frusta e mescola finché il composto non avrà ottenuto una consistenza liscia e cremosa.

Taglia a cubetti il pane di segale. In una padella fai sciogliere il burro, poi tosta il pane fino a quando non sarà croccante.

Per ottenere il miglior risultato possibile, ti serviranno dei bicchierini monoporzione: dentro ciascuno di essi dovrai porre uno strato di crema di gorgonzola, un cucchiaino di composta di pere e una noce. Aggiungi accanto ai bicchierini una ciotola con i crostini di pane di segale, un perfetto tocco croccante che completerà l’esperienza della tua squisita crema!

Il vino perfetto per gli Antipasti del tuo Menu di Natale

Per accompagnare la delicatezza dei sapori che apriranno il tuo Menu di Natale, suggeriamo un bianco capace di spaziare dai sapori di mare alla più decisa espressività del gorgonzola. Stappa una delle novità 2018 del nostro catalogo, il Loris Vino Bianco. Firmato da uno dei nostri Wine Makers, vanta una valutazione d’eccellenza da parte di Luca Maroni: ben 95 punti nell’annuario dei Migliori Vini Italiani. Deciso e piacevole, è il vino perfetto per far ambientare gli ospiti e promettere un Natale all’insegna del gusto.

Primo

Menu di Natale: risotto al tartufo e vino migliore da abbinare

Risotto al tartufo

Ingredienti

350g di riso Carnaroli, 1l di brodo vegetale, 1 scalogno, vino bianco, parmigiano reggiano, 1 tartufo nero pregiato, olio EVO, burro e sale

Preparazione

Affetta finemente lo scalogno e tieni da parte. In un ampio tegame fai tostare il riso senza alcun condimento per almeno un paio di minuti. Prepara intanto un soffritto di scalogno in un’altra padella; non appena il riso sarà tostato, spostalo nel tegame con lo scalogno e sfuma con un bicchiere di vino bianco. Quando il vino sarà evaporato, aggiungi brodo vegetale fino a coprire il riso. Cuoci per 12 – 15 minuti, badando bene a tenere sempre abbondantemente umido il riso. Dopo 10 minuti dall’inizio della cottura, aggiungi il tartufo grattugiato, una noce di burro, il formaggio grattugiato e un filo d’olio EVO. Togli dal fuoco e fai riposare a pentola coperta per un paio di minuti. Termina la cottura (2 o 3 minuti saranno sufficienti) e servi.

Un’alternativa rapida? Prova il nostro Risotto al tartufo: solo gli ingredienti migliori, pronto in pochi minuti e dal profumo inebriante.

Il vino perfetto per il Primo del tuo Menu di Natale

Il tartufo è un ingrediente insidioso: da un lato riesce a far brillare anche piatti semplici e quotidiani, dall’altro va gestito con molta cautela perché rischia di oscurare ogni altro sapore presente (nel piatto così come nel calice). Per questo risotto speciale consigliamo un Barbera d’Asti Superiore. Non la scelta più ovvia, ma certo un vino di pregio, versatile e robusto al posto giusto per tener testa all’impegnativo compagno.

Secondo

Menu di Natale: cotechino con lenticchie e vino da abbinare

Cotechino con lenticchie e insalata tiepida di lenticchie

Ingredienti

Cotechino al Barolo, 200g di lenticchie, 1 cipolla dorata, sedano, 1 carota, erba cipollina, aceto balsamico, 1 arancia, senape, olio EVO e sale

Preparazione

La preparazione del Cotechino è molto semplice: è sufficiente seguire le indicazioni presenti sull’etichetta del nostro speciale Cotechino al Barolo! Ora dedichiamoci al contorno.

Cuoci lenticchie, cipolla, sedano e carota in acqua bollente per 35 – 40 minuti. Ricordati di salare le verdure soltanto negli ultimi minuti della cottura. Scola e fai intiepidire.

Prepara intanto un’emulsione con l’arancia: grattugiane la buccia, spremila e unisci al succo una presa di sale, le erbe aromatiche sminuzzate, 2 o 3 cucchiai di Aceto balsamico e un cucchiaino di senape. Mescola con una frusta e unisci l’olio EVO a filo (3 parti di olio per 1 parte di succo). Condisci l’Insalata tiepida di lenticchie con l’emulsione ottenuta, e servi con il cotechino tagliato a fette spesse.

Il vino perfetto per il Secondo del tuo Menu di Natale

Per accompagnare un piatto classico come il Cotechino ci vorrebbe un rosso, meglio se giovane. L’accostamento con i profumi agrumati del contorno rende il Wine Pairing meno dogmatico e, per certi versi, obbligato. Stappa un Primitivo Salento BIO. Un rosso intenso e ispirato come il nostro Primitivo BIO è la scelta migliore. Ampio nello spettro di aromi evocati, deciso e sensuale come solo i migliori rossi di Puglia sanno essere, è il vino perfetto per chiudere in bellezza il menu di Natale.

Dessert

Menu di Natale: miglior dessert da servire a fine pasto e con quale vino abbinarlo

Pandoro con crema al moscato

Ingredienti

Pandoro classico, Crema di vino Moscato d’Asti DOCG

Preparazione

Semplicissimo da preparare: taglia in orizzontale il Pandoro, ricavando 4 – 5 fette. Fai intiepidire a bagnomaria la Crema di Moscato d’Asti DOCG, quindi utilizzala per cospargere ciascun lato delle fette di Pandoro. Poni le fette una sopra l’altra, ruotandole leggermente affinché le punte non combacino: in questo modo il Pandoro sembrerà una stella di Natale. Cospargi il dolce con lo zucchero a velo.

Il vino perfetto per il Dessert del tuo Menu di Natale

Stappa un Moscato d’Asti DOCG e non potrai che rendere tutti felici: continuità con il ripieno del tuo dolce e deliziose note zuccherine renderanno sublime l’accostamento.

Un suggerimento extra per i tuoi brindisi? Spumante Blanc de Blancs Dry: per un aperitivo prima di mettersi a tavola, o per un ultimo brindisi prima dei saluti, questa Bollicina non delude. Perlage finissimo, profumi inebrianti e freschezza travolgente, ha tutte le carte in regola per trasformare ogni brindisi in una festa. È sufficiente vedere l’etichetta, con preziosi fregi color oro, luminosa e brillante, per respirare aria di party: scegli il Blanc de Blancs Dry per rendere speciale la tua tavola delle feste!

Photo credit: Blue moon in her eyes on Foter.com / CC BY | avlxyz on Foter.com / CC BY-SA